Cesena-Milan: amichevole pre-campionato deludente per il Milan di Giampaolo

Ieri sera alle 20:30 si è tenuta l’ultima amichevole pre-campionato del Milan che ha affrontato il modesto Cesena FC al Dino Manuzzi di Cesena.

cesena-milan amichevole precampionato deludente per la squadra rossonera

Dal primo minuto Giampaolo schiera la classica formazione utilizzata nelle altre amichevoli, con la difesa titolare dell’anno scorso con Donnarumma tra i pali, Calabria, Musacchio, Romagnoli e Rodriguez; centrocampo a rombo con Biglia, Calhanoglu, Borini e Suso; la coppia di attacco formata da Castillejo e Piatek.
Tutta la partita è stata caratterizzata da una manovra lenta della squadra rossonera che, col Cesena schierato in difesa, cercava di riuscire a trovare un varco per segnare; sembrava di vedere le partite del Milan dell’anno scorso in cui, con le squadre più deboli, aveva grandissime difficoltà ad andare in goal. Per quanto riguarda l’attacco, quindi, non possiamo giudicare positivamente la prestazione di Castillejo schierato in un ruolo non suo e che sembra non riuscire a fare proprio e nemmeno Piatek che, nonostante abbia giocato di più con la squadra, non è riuscito a creare un’azione pericolosa. Inoltre, si sono viste anche delle evidenti disattenzioni difensive nel goal annullato per fuorigioco al Cesena e nell’azione sul finale in cui Donnarumma ha salvato il risultato con una parata da fuoriclasse.
Nel secondo tempo ci sono stati dei cambi importanti con Paqueta che ha preso il posto di Biglia ed ha dimostrato di poter accelerare la manovra e mettere in difficoltà la squadra avversaria, ricordiamo che ha avuto anche l’occasione più importante per il Milan con un colpo di testa parato dal portiere bianconero Agliardi. Con l’ingresso di Paqueta, Calhanoglu ha preso il posto di Biglia in cui l’ho visto più a suo agio, controllando il gioco e dettando le geometrie con la sua tecnica e i suoi piedi educati. Leo Duarte, anche lui subentrato nella ripresa per Musacchio, si è distinto per le sue doti di sfondamento più che per le sue abilità difensive in quanto il Cesena non ha impegnato molto la nostra difesa. Andre Silva ancora una volta impalpabile, peccato per il mancato trasferimento al Monaco perchè avrebbe giovato al Milan e anche al calciatore stesso che sembra non ritrovarsi negli schemi del mister Giampaolo. Suso che è la chiave per la riuscita del nostro gioco si è visto in ombra rispetto alle altre uscite ed è proprio per questo che la squadra ha avuto difficoltà nel velocizzare la manovra. Kessie, invece, alla prima presenza stagionale si è dimostrato in forma e pronto ad intraprendere una nuova stagione alle redini del centrocampo rossonero.
Spero che Giampaolo riveda la formazione iniziale perchè, anche con il Feronikeli, il Milan del secondo tempo con l’ingresso di Paqueta e Kessie/Leao si è dimostrato molto più intraprendente e pericoloso in avanti. In conclusione, ci aspettiamo di vedere un Milan diverso nella prima di campionato domenica 25 Agosto a Udine, anche senza un gioco spettacolare ma con tre punti in tasca al fischio finale, magari col goal del nostro pistolero Piatek.

Mantovan Francesco

Studente di ingegneria meccanica all'Università degli studi di Padova, diplomato al liceo scientifico a pieni voti. Sono appassionato di musica, calcio e scrittura ed ho intrapreso la mia attività di blogging da più di un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *