sabato 28 dicembre 2019

Ibrahimovic torna al Milan: i dettagli della trattativa e le possibili formazioni con l'attaccante svedese.

Ibrahimovic torna a Milan sponda rossonera dopo le due stagioni 2010/11 e 2011/12 con la maglia del diavolo.

Ibrahimovic è un centravanti dal fisico possente, grande stazza che lo rende molto forte di testa e buona agilità che gli permette di essere molto pericoloso anche con la palla tra i piedi. Eccezionali doti tecniche sono unite ad un carattere molto arrogante e spavaldo che lo ha reso spesso protagonista di litigi frequenti con compagni di squadra creando malumori all'interno dello spogliatoio.

L'attaccante svedese alla prima esperienza in rossonero era stato in grado di realizzare 42 reti in 61 presenze diventando uno degli attaccanti più prolifici del Milan in questi ultimi anni. Con la maglia milanista ha vinto un campionato, una supercoppa italiana e il titolo di capocannoniere della Serie A realizzando 28 reti nella stagione 2011/12.

Ibrahimovic con la maglia rossonera nella stagione 2011/12.
Ibrahimovic con la maglia rossonera nella stagione 2011/12.

Dopo diverse esperienze in Francia, Inghilterra e America, Zlatan Ibrahimovic ha deciso di tornare a Milano per affrontare una sfida molto difficile: invertire la tendenza rossonera e risolvere la crisi offensiva del club. Infatti Boban e Maldini hanno deciso di affidarsi ai piedi esperti dell'ormai 38enne svedese che affiancherà i giovani calciatori milanisti per permettere un buon girone di ritorno e un approdo almeno in Europa League. 

A livello economico si tratta di un operazione non troppo dispendiosa, è stato offerto un contratto da 3 milioni per 6 mesi al centravanti ex Barcellona, tra le altre. Inoltre c'è la possibilità di un rinnovo di un altro anno con un ingaggio che può raggiungere i 6 milioni annui al raggiungimento di determinati obiettivi personali e di squadra come potrebbe essere la qualificazione in Europa League.
La trattativa era già stata confermata il 26 Dicembre e ha trovato la piena ufficialità il giorno seguente con i profili social del club tempestati di foto di Zlatan lanciando l'hashtag #IZBACK giocando con l'inglese e le iniziali del campione svedese. 

#IZBACK è l'hashtag lanciato dal club rossonero per festeggiare il ritorno dell'attaccante svedese
#IZBACK è l'hashtag lanciato dal club rossonero per festeggiare il ritorno dell'attaccante svedese.

I tifosi rossoneri sono divisi su questo acquisto, molti sono convinti che sia un vero affare mentre altri dubitano sulle capacità fisiche di Ibra che a 38 anni non ha certamente lo stato di forma di un decennio fa.

Un'altra domanda che si pongono i tifosi è di natura tecnica: come giocherà il Milan di Pioli con Ibrahimovic? 
Probabilmente Ibrahimovic sostituirà Piatek in attacco, verrà mantenuto il solito 4-3-3 con l'attaccante svedese che agirà da centravanti costringendo il deludente pistolero polacco in panchina. Quasi certamente, infatti, Zlatan non giocherà tutti e 90 i minuti e quindi darà spazio nella ripresa a Piatek che cercherà di realizzare i gol decisivi magari per recuperare la fiducia dell'allenatore.
Si è anche ipotizzato un modulo a due punte con Ibrahimovic e Piatek a dividersi l'attacco rinunciando a uno tra Calhanoglu e Suso, oppure schierando una difesa a tre e, perciò, aumentando il numero di uomini che compongono il centrocampo rossonero anche se l'idea sempre troppo offensiva e inappropriata da attuare da primo minuto.

L'attaccante svedese dovrebbe indossare la maglia numero 11 che attualmente è sulle spalle di Borini che è dato in partenza in questa finestra di mercato invernale. Tra l'altro si tratta dello stesso numero indossato nella sua prima esperienza rossonera sperando che possa replicare i successi ottenuti in quei due anni.

9 commenti:

  1. Non amo il calcio e non lo seguo ma riporterò l’info al mio migliore amico che è grande tifoso

    RispondiElimina
  2. Beh penso sia abbastanza ovvio che uno sportivo di 38 anni non sia agli stessi livelli di quando ne aveva 28, ma uno come Ibrahimovic potrebbe essere uno di quei giocatori ancora in grado di "dire la sua" in campo!

    RispondiElimina
  3. il 2020 è un anno di grandi rientri allora ( riferimento a Jack Frusciante che torna nei RHCP )

    RispondiElimina
  4. Io seguo abbastanza il calcio ma tifo la Roma, io credo che anche se è un campione ha pur sempre 38 anni e non credo basta lui per risollevare il Milan.

    RispondiElimina
  5. Una notizia che mi ha molto sorpresa quando l'ho seguita al tg. Chissà come andrà!

    RispondiElimina
  6. Da interista non posso che rodere. Avrà la sua età, ma avere Ibra in squadra fa sempre il suo effetto. Certo, non risolverà i problemi del Milan e dubito riesca ad arrivare tra le prime sei posizioni (Inter, Juve, Atalanta, Lazio e Roma sono di gran lunga più attrezzate) ma commercialmente è proprio una bella notizia.

    RispondiElimina
  7. Il mio ragazzo è patito di calcio! Girerò la notizia a lui, così sembrerò molto più informata sui fatti!

    RispondiElimina
  8. Ma che bella notizia! Ibra è sempre stato uno dei attaccanti migliori, lo ricordo ancora nella la maglietta di Barca!

    RispondiElimina
  9. Non seguo il calcio ma ogni tanto sento i commenti tra i miei figli e mio marito, comunque interessante saperlo

    RispondiElimina