lunedì 3 agosto 2020

"0ffline" è il nuovo singolo di Tha Supreme in collaborazione con l'artista canadese bbno$.

"0ffline" è il nuovo singolo di Tha Supreme in collaborazione con bbno$ disponibile su Spotify dal 31 Luglio 2020. 

Dopo il grandissimo successo di "23 6451" che ha definito il giovane rapper romano come una delle stelle più promettenti della musica italiana degli ultimi anni, Tha Supreme è tornato con una nuova canzone che contiene una collaborazione internazionale con il canadese bbno$ (si pronuncia "baby no money"), autore della hit mondiale "Lalala" realizzata assieme a Y2K

Copertina di "0ffline", il nuovo singolo di Tha Supreme feat. bbno$.
Copertina di "0ffline", il nuovo singolo di Tha Supreme feat. bbno$. 

"0ffline" è stata inserita nel primo album di Tha Supreme "23 6451", è stata prodotta da lui stesso e riprende la stilizzazione dei titoli attraverso i numeri tipica di quest'album mostrando una continuità del progetto e una coerenza con il resto del disco
L'intro del nuovo singolo è acustica ed è realizzata con una chitarra probabilmente suonata da Tha Supreme che, prima di essere un producer e un cantante, è un chitarrista di talento come ci ha dimostrato in diverse storie Instagram dove ha riprodotto le sue celebri canzoni in versione acustica alternando la chitarra al pianoforte
Nella prima strofa e nel ritornello Tha Supreme ci parla del suo passato scolastico, del suo successo e del suo desiderio di andare "offline" ovvero di staccare da tutto ciò che gli sta intorno, dalla fama e da tutte quelle tensioni che ne derivano. 
Nella seconda strofa bbno$, invece, ci racconta la rottura con una ragazza dovuta alla mancanza di fiducia di lei ed ai soldi e alla carriera musicale di lui. Il rapper canadese ringrazia chi gli ha fatto male perché lo ha reso più forte, apatico e pronto per il duro business dell'industria della musica.
Nella terza strofa di Tha Supreme, il giovane classe '01 ci parla nuovamente del suo stato d'animo e di come sta vivendo questo successo tra alti e bassi come se fosse in un ascensore.

Il videoclip ufficiale di "0ffline" disponibile su Youtube riprende lo stile di quelli realizzati in precedenza. Si tratta di un cartone animato che si rifà in parte al disegno utilizzato per "Rick e Morty", "Advanture Time" e altri programmi americani di cui l'artista è grande fan. Durante queste scene sono riportate in basso le lyrics dimostrando l'importanza data al testo e ai contenuti della canzone da parte di Tha Supreme.



domenica 2 agosto 2020

Il Milan conclude il suo campionato con la vittoria contro il Cagliari per 3-0.

A San Siro il Milan ha concluso la sua stagione con una vittoria netta per 3-0 contro il Cagliari terminando al sesto posto  e ottenendo la qualificazione ai preliminari di Europa League.

Il Milan non è riuscito ad evitare i preliminari di Europa League anche a causa delle buone prestazioni della Roma che ha disputato un ottimo finale di stagione mantenendo il vantaggio di 4 punti che la separa dalla squadra rossonera. 
La partita con il Cagliari è stata una partita dai ritmi modesti legati anche al grande caldo che è stato protagonista in questa serata. Il Milan sblocca subito il risultato al decimo minuto grazie ad un autogoal di Klavan che fa carambolare il pallone in rete dopo un ottima rasoiata di Leao che si è stampata sul palo. Importante opportunità anche per Ibrahimovic che su cross al centimetro di Castillejo impatta con il destro su Cragno da ottima posizione. Qualche minuto più tardi Leao ha una grande opportunità per raddoppiare con la sua meravigliosa rovesciata che colpisce la traversa per poi uscire dal campo. Grande prestazione del giovane attaccante portoghese che qualche istante dopo si ferma per uno strappo muscolare che lo costringe a lasciare il terreno di gioco in favore di Bonaventura. Viene concesso un rigore al Milan per fallo di mano di un difensore sardo che salta di testa con le braccia larghe, Ibrahimovic si presenta dal dischetto ma sbaglia grazie anche alla grande parata di Cragno.

L'esultanza dei calciatori rossoneri al decimo goal stagionale di Ibrahimovic.
L'esultanza dei calciatori rossoneri al decimo goal stagionale di Ibrahimovic.

Il secondo tempo si apre con altre importanti azioni da goal che permettono ai milanisti di realizzare due marcature nei primi minuti. Il secondo goal rossonero arriva con Zlatan che servito in area da Castillejo segna con un destro potente sul secondo palo. La terza rete arriva due minuti dopo con Castillejo che su assistenza di Bonaventura insacca da dentro l'area con un sinistro imprendibile per il portiere cagliaritano. Nei minuti finali Faragò impegna Donnarumma di testa da calcio piazzato, il giovane portiere rossonero non si fa trovare impreparato e nega la gioia a calciatore sardo. La partita termina, perciò, sul 3-0 per la squadra di casa che chiude al sesto posto diventando l'unica squadra ad essere imbattuta nella fase post-lock-down con un bottino di 30 punti nelle ultime 12 partite.

Migliore in campo: Leao
Gli basta la prima mezz'ora per ottenere il premio di migliore in campo. Protagonista della prima rete del Milan e vicino al goal personale con una rovesciata meravigliosa che colpisce la traversa. Intraprendenza e ottima forma dell'attaccante portoghese che aveva un'ottima opportunità per far ricredere Pioli e per guadagnare qualche minuti in più la prossima stagione. E' riuscito nella missione di impressionare i tifosi, peccato per l'infortunio che lo ha costretto ad un'uscire dal campo.

Prestazione ampiamente sufficiente del resto della squadra con la difesa che ha arginato quasi completamente l'attacco sardo, il centrocampo che ha corso e lottato nonostante fosse l'ultima partita di un campionato ormai già delineato e l'attacco che, anche oggi, ha realizzato ben tre goal dimostrando la concretezza offensiva di questo nuovo Milan.



La stagione del Milan termina qui, con qualche rimpianto per l'andamento deludente della squadra nel girone di andata, in particolare, con Giampaolo in panchina. E' da questa squadra che Pioli dovrà ripartire tra poco più di un mese per affrontare la nuova stagione che diventerà subito impegnativa dal punto di vista degli impegni a causa dell'Europa League a cui il Milan parteciperà già dai preliminari. La società e i calciatori sono convinti che, in caso si riesca a mantenere una certa continuità di risultati come avvenuto in queste ultime partite di campionato, si potrà puntare ad un ritorno in Champions che manca ormai da 8 anni.

venerdì 31 luglio 2020

"Me and You" è il nuovo singolo di Cold Hart e Lil Peep.

"Me and You" è il nuovo singolo di Cold Hart feat. Lil Peep rilasciato ufficialmente dopo diversi snippet e leak della canzone.

Finalmente "Me and You" è stata rilasciata ufficialmente grazie anche al consenso della madre di Lil Peep che ha permesso a Cold Hart di pubblicare questa canzone mantenendola il più possibile fedele al progetto originale. Questa traccia era stata prodotta in occasione del mixtape Crybaby che tra l'altro, in occasione del quarto anniversario dalla sua uscita, il 10 giugno 2020 è stato reso disponibile su Spotify. La traccia però non è mai stata completata e, nel 2018, Cold Hart ha ritrovato questo vecchio progetto ed ha deciso di terminarlo anche in memoria di Lil Peep, della loro amicizia e della musica che avevano fatto insieme.
Alcuni versi della canzone erano già conosciuti ai fan di Lil Peep in quanto, quando era ancora in vita, aveva pubblicato dei piccoli estratti di questa traccia su Soundcloud dal titolo "yesterday pt.2" per la base molto simile al brano "yesterday" contenuta in Crybaby che in realtà è presa dalla famosissima canzone degli Oasis "Wonderwall".
Nel 2019, Cold Hart ha cantato "Me and You" ad un live e da quel momento la traccia era stata leakata ed era disponibile su internet in maniera non ufficiale
Così finalmente, il 27 Giugno 2020, "Me and You" è stata rilasciata ufficialmente su Spotify.

Copertina di "Me and You", il nuovo singolo di Cold Hart feat. Lil Peep.
Copertina di "Me and You", il nuovo singolo di Cold Hart feat. Lil Peep.

"Me and You" è stata prodotta da Charlie Shuffler che ha prodotto diversi pezzi celebri di Lil Peep tra cui "big city blues" e "yesterday". La base, infatti, riprende lo stile delle tracce precedentemente citate utilizzando dei suoni acustici della chitarra e rendendo il beat il più semplice possibile per valorizzare al meglio le voci. Si tratta di una canzone d'amore in cui i due artisti dichiarano i loro sentimenti descrivendo i momenti passanti, non mancano però riferimenti al suicidio e all'abuso di droghe ed alcol.



giovedì 30 luglio 2020

Il Milan mantiene l'imbattibilità che dura dalla ripresa del campionato battendo la Sampdoria per 4-1.

Allo stadio Luigi Ferraris il Milan conquista i tre punti grazie alla grande prestazione di Ibrahimovic protagonista di due goal e un assist.

La squadra rossonera supera agilmente la Sampdoria con una buona prestazione che conferma l'andamento positivo dei ragazzi di Pioli. Il Milan concretizza al massimo le occasioni create e gestisce il risultato con la maturità di una squadra consolidata e in fiducia
La partita si apre subito con il primo goal rossonero firmato da Ibrahimovic che realizza di testa su cross di Rebic, si tratta della rete più veloce dell'attaccante svedese in Serie A. Il Milan continua ad insistere e a creare occasioni tra cui l'importante opportunità per Theo che dopo la sua classica progressione si è trovato davanti al portiere Falconi che è riuscito a neutralizzare il suo destro che risultava abbastanza centrale, sulla respinta si avventa Calabria che calcia bene d'esterno dal limite però è bravo l'estremo difensore blucerchiato a rialzarsi e a parare anche questa conclusione. Si registra anche un'ottima occasione per la Sampdoria che non trova il goal sulla girata di Quagliarella grazie al riflesso di Donnarumma

Colpo di testa di Ibrahimovic in occasione del primo goal del Milan.
Colpo di testa di Ibrahimovic in occasione del primo goal del Milan.

Il secondo tempo riprende con nuove azioni pericolose del Milan che riesce a concretizzare con Calhanoglu grazie anche al bellissimo assist di testa di Ibrahimovic che trasforma in oro un cross alto dalla destra. Inizialmente l'arbitro annulla il goal per un presunto fallo del turco sul difensore sampdoriano, il direttore di gara viene però richiamato al VAR per rivedere l'azione con la conseguente convalida della rete. Nuova occasione in contropiede per il Milan qualche minuto dopo con Calhanoglu che lancia Ibra che col sinistro batte il portiere sul primo palo. Nei minuti finali l'arbitro è richiamato nuovamente al VAR per un contatto di Kjaer sull'ex-milanista Bertolacci, dopo la revisione il direttore di gara decide di concedere il calcio di rigore; Maroni si presenta sul dischetto ma si fa ipnotizzare da Donnarumma che si riconferma un portiere para-rigori. Il goal della bandiera sampdoriano arriva comunque qualche minuto dopo con una conclusione da fuori del giovane Askildsen. Sul recupero trova la gioia anche Leao che realizza un gran goal dal limite dell'area su assistenza di Bonaventura, tutti e due subentrati nella ripresa.

Migliore in campo: Ibrahimovic
Prestazione strepitosa di Ibrahimovic protagonista di una doppietta e di un assist. Freddo e concreto sotto porta l'attaccante svedese si conferma ancora decisivo per questo Milan con cui, molto probabilmente, giocherà anche il prossimo anno.

Peggiore in campo: Bennacer
Prestazione mediocre dell'algerino che perde diversi palloni nella propria trequarti mettendo in difficoltà la squadra, proprio da un suo pallone perso è nato il goal della Sampdoria.


mercoledì 29 luglio 2020

Rick Flame e Pips ci presentano il loro nuovo singolo "Tellonym" disponibile su Spotify.

Abbiamo intervistato Rick Flame e Pips, due giovani artisti con la passione e il sogno di vivere con la musica, che ci hanno parlato del loro nuovo singolo "Tellonym" disponibile su Spotify


Rick Flame e Pips sono due ragazzi classe '97, amici da una vita e con la passione per il rap che coltivano da diversi anni, prima come ascoltatori e adesso come cantanti.

Abbiamo sottoposto i due artisti a qualche domanda per capirne di più riguardo "Tellonym", il loro primo pezzo insieme, e per conoscere meglio la loro musica.

Che cos'è "Tellonym"? E perché avete scelto questo titolo?
Pips ci chiarisce subito il significato del titolo: "Tellonym è un'applicazione in cui puoi scrivere in anonimato ad una persona come una volta si faceva su Ask. Io personalmente non uso Tellonym, perché ho una certa età, ma il titolo è stato scelto perché, come si sente nel ritornello, a "noi" puoi chiedere di tutto come se fossi in anonimo perché possiamo fare di tutto per te", riferendosi non per forza ad un'ipotetica ragazza.
Rick ci precisa che: "Il  titolo parla di incomprensioni d'amore e Tellonym mi sembrava appunto una parola chiave per descrivere la parte buona e comprensiva che ha portato l'inizio del rapporto che spesso è oscurata e rimane anonima. Quando ti trovi a ricevere domande dalla diretta interessata si possono dare risposte sbagliate dovute in parte all'imbarazzo o all'orgoglio. Invece, le stesse domande, se fatte in forma anonima, possono risultare più soddisfacenti."

Copertina di "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame feat. Pips.
Copertina di "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame feat. Pips.

Come è nato questo singolo e qual è il suo significato?
"Il singolo è nato quasi automaticamente. Io e Rick Flame ci conosciamo e ascoltiamo rap ormai da diversi anni e, dopo qualche pezzo solista che potete trovare su Soundcloud, abbiamo deciso di fare qualcosa insieme". Pips continua spiegandoci l'intento della canzone: "E' stata pensata inizialmente come una canzone estiva e abbastanza leggera che legasse i nostri due diversi stili di scrittura, Rick punta più su un concetto love mentre io preferisco un classico discorso hip hop di rivalsa e differenziazione dagli altri." 
Rick Flame, poi, ci ha descritto il significato e il legame personale che ha per lui questa canzone: "Nella mia strofa, come ho già detto prima, parlo d’incomprensioni d’amore che ho cercato di risolvere mettendoci tutto me stesso, l’errore è nato da me perché ho avuto dei problemi personali/familiari che mi hanno in qualche modo quasi obbligato a mettere da parte questo mio sentimento, poi ci sarebbero altre mille cose da dire però mi limito a questo, fatto sta che sono dispiaciuto; secondo me l’amore, quello vero, ha sempre la forza di perdonare, almeno certi tipi d'errore."

A chi vi ispirate nella scrittura delle rime o, più in generale, nella vostra musica?
Rick Flame ci ha rivelato di ispirarsi, in particolare, ai vecchi della scuola hip hop italiana: "Io prendo ispirazione da tutto e da tutti, è giusto ascoltare più roba possibile per riuscire a trovare una scrittura più ricercata. Ovviamente noi siamo cresciuti ascoltando rap, quello vero, ti parlo di gente del calibro di Fabri Fibra, Club Dogo, Marracash e moltissimi altri."
Pips ci confida che la sua ispirazione non deriva solo dalla musica ma anche da un'altra sua grande passione: il cinema. "Traggo ispirazione da qualsiasi cosa, sicuramente da altri rapper/cantanti che mi piacciono, ma anche dai film che guardo, dalle persone che mi circondano e da quello che mi capita ogni giorno. Cerco di restare "real" e di raccontare quello che provo e vivo, anche se non trovo sbagliato "romanzare" le proprie liriche, alla fine la musica è intrattenimento".

Con chi, della scena rap italiana, sognate di collaborare?
Rick Flame ci confessa di non essersi mai fatto questa domanda e ci chiarisce, rimanendo coi piedi per terra, l'obiettivo della sua musica, che potete ascoltare anche sul suo profilo Soundcloud: "L’obiettivo che mi sono posto per il momento è quello di dare un mio timbro nella zona e crescere sempre di più, spero di fare del mio meglio e che la gente possa riconoscere il mio amore per questo genere anche se qui da noi non va molto, spero di cambiare le cose, farò di tutto." Pips, invece, ci racconta che il suo featuring dei sogni è con Gué essendo cresciuto con la musica dei Dogo e Marra; della "nuova scuola" collaborerebbe con Izi e Tedua che, a suo parere, sono i migliori della nuova generazione. Infine, Pips ci ha annunciato dei progetti che potremo ascoltare in futuro: "Ti posso già spoilerare che tra non molto uscirà qualcosa insieme ad un altro rapper a me molto vicino e anche con altri che devono ancora fare il loro "debutto". Finalmente anche nella nostra fossa di nebbia e zanzare sta iniziando a muoversi qualcosa."


Ritornando a parlare del nuovo singolo, "Tellonym" è prodotto da Mr. Brik & Enix Heartless che realizzano una base leggera dai suoni estivi che Rick Flame e Pips sfruttano al massimo raccontandoci di incomprensioni amorose come descritto ampiamente nella loro intervista. Il pezzo funziona ed è molto orecchiabile,  le linee melodiche raggiunte nel ritornello sono di ottima qualità e permettono di memorizzarlo rapidamente. In conclusione, si tratta di un progetto molto interessante che, come ci ha detto Pips, speriamo sia il primo di una lunga serie.

Non ci resta che invitarvi ad ascoltare "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame in collaborazione con Pips.


lunedì 27 luglio 2020

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK SATELLITE.

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK SATELLITE rilasciato il 24 Luglio su Spotify.

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK che li rivede riuniti in questa traccia prodotta da Greg Willen, producer che ha collaborato dagli inizi con il trio formato da Chiello, Taxi B e Sapobully portandoli alla fama grazie anche alle sue basi di altissima qualità che giocano con suoni inediti nella scena italiana e che sembrano cuciti su misura per gli FSK.
Dopo una parentesi solista dei tre componenti con la pubblicazione di una trilogia di singoli, FSK ritorna con "SETTIMANA AL CALDO" che rispecchia lo stile dei pezzi precedenti che ha avuto tanto successo in questo ultimo anno.

Copertina di "SETTIMANA AL CALDO", il nuovo singolo di FSK.
Copertina di "SETTIMANA AL CALDO", il nuovo singolo di FSK.

In questo pezzo Taxi B, Chiello e Sapobully ci parlano di soldi, armi e droga ripetendo molte volte le stesse frasi che però ogni componente adatta al suo stile facendo emergere la diversità dei tre artisti: Taxi B predilige l'"urlato", Sapo utilizza uno stile legato alla trap tradizionale americana ricca di doppie e Chiello punta di più sulle armonie e sulle sonorità. In sostanza il contenuto del testo è praticamente inesistente ma è una scelta voluta dal collettivo per promuove delle nuove sonorità e per dare spazio alla base di Greg Willen che è veramente un capolavoro che possiamo apprezzare al massimo nell'outro dove viene lasciato respirare il beat. Su Instagram si sono viste diverse critiche sul testo monotematico e povero a cui ha risposto Greg classificando questa musica come un genere punk che, perciò, va fuori dagli schemi tradizionali esprimendo una maggiore libertà a livello di struttura e di sonorità.

Nel videoclip del singolo disponibile su Youtube vediamo Chiello, Taxi B e Sapobully assieme a Greg Willen in una villa mentre maneggiano un arma, sorseggiano lean, la droga diventata famosissima in un tutto il mondo grazie alla trap, e fumano. Il video risulta frenetico grazie ai numerosi tagli e ai cambi di scena repentini che vogliono simulare gli effetti delle droghe.



domenica 26 luglio 2020

"Malandrino" è il nuovo singolo di Jake La Furia e Emis Killa che anticipa "17", il joint album in uscita a Settembre.

"Malandrino" è il nuovo singolo nato dalla collaborazione tra Jake La Furia e Emis Killa che, in occasione della pubblicazione della nuova canzone, hanno annunciato l'uscita di "17": il joint album che verrà pubblicato a Settembre. 

In un lungo post su Instagram Emis Killa ha speso parole d'oro per Jake definendolo il suo metro di giudizio per migliorarsi e ringraziandolo anche per averlo incoraggiato a seguire il suo sogno diventando in parte un complice dell'importante carriera musicale di Emis. Al termine di tutto questo grande elogio alla figura di Jake è stata annunciata l'uscita del joint album "17" che vedrà i due rappare insieme in un progetto ambizioso dal grande potenziale capace di rivoluzionare e di segnare la storia del rap italiano.

Copertina di "Malandrino", il nuovo singolo di Jake La Furia e Emis Killa.
Copertina di "Malandrino", il nuovo singolo di Jake La Furia e Emis Killa.

Questo disco è anticipato da questa prima traccia intitolata "Malandrino" disponibile sulle piattaforme di streaming musicale da venerdì 24 Luglio
"Malandrino" è prodotta da Low Kidd e ci racconta l'adolescenza dei due rapper, Jake e Emis ci descrivono il loro desiderio adolescenziale di diventare dei "malandrini" menzionando diversi film e personaggi legati al mondo del cinema come Tarantino, Il Padrino, Tony Montana e Keyser Söze che rappresentavano per loro dei modelli. Abituati alla vita di strada, i due artisti ambivano a diventare i capi di quell'ambiente e quindi volevano appunto diventare dei malandrini per assomigliare un po' di più a quei loro idoli che vedevano alla televisione. 
La traccia è puramente rap e presenta delle citazioni e delle figure che non appartengono alle nuove generazioni. Jake, infatti, ci tiene a sottolineare che loro due sono nel mondo della musica da prima della trap e di tutte le nuove droghe di cui si parla spesso quasi come a definirsi il padre di tutti quei giovani rapper che in questo periodo si stanno affermando.
"Malandrino" ha collezionato mezzo milione di streaming su Spotify in appena tre giorni dal rilascio della canzone.


sabato 25 luglio 2020

Il Milan mantiene l'imbattibilità post-lockdown: a San Siro è pareggio con l'Atalanta 1-1.

Nonostante le numerose assenze il Milan riesce a strappare un pareggio alla squadra più in forma della stagione. 

A San Siro abbiamo assistito ad una partita molto equilibrata tra Atalanta e Milan che hanno giocato a buoni ritmi e si sono affrontate a testa alta mostrando un buono stato di forma. Il primo tempo ha visto il Milan andare subito in vantaggio al minuto 14' con una magia di Calhanoglu su calcio di punizione, conclusione spettacolare dal limite corto destro dell'area di rigore atalantina che a giro è entrata sul secondo palo prendendo di sorpresa Gollini. L'Atalanta non si è, però, scoraggiata e ha proposto il suo calcio offensivo. Qualche minuto dopo, infatti, arriva la prima vera occasione atalantina grazie al rigore concesso dall'arbitro su ingenuità di Biglia che dentro l'area rifila un pestone a Malinovskyj che si presenta su dischetto ma viene ipnotizzato da Donnarumma. Il pareggio arriva una ventina di minuti dopo con Zapata che ha appoggiato in rete dopo un'azione fortunosa della squadra bergamasca favorita da diversi rimpalli. La prima frazione di gioco si conclude così in pareggio.
calhanoglu protagonista di milan atalanta


Il secondo tempo è nuovamente una lotta a centrocampo con duelli e contrasti determinati dal fisico e dalla prestanza atletica dei giocatori in campo. Ci sono stati molti cambi con le squadre che si sono affrontate sfruttando le forze fresche scese in campo nella ripresa ed è proprio un subentrato, Bonaventura, ad avere l'occasione più pericolosa di questo secondo tempo colpendo il palo dal limite dell'area con un tiro rasoterra di destro molto potente che aveva battuto il portiere bergamasco. 



Migliore in campo: Kessiè
In una partita giocata molto a centrocampo Kessiè è stato decisivo nel mantenere l'equilibrio della squadra lottando su ogni pallone utilizzando il fisico e la corsa. Molti duelli vinti e palloni recuperi per l'ivoriano che è sempre più il motore della squadra che, in questa partita, era anche penalizzato dall'assenza di Bennacer con cui ha trovato, nel corso delle partite, una forte intesa.

Peggiore in campo: Biglia
E' chiamato a sostituire Bennacer squalificato. La sua prestazione è pessima caratterizzata da lentezza nelle giocate e disattenzioni difensive, da ricordare anche l'intervento ingenuo che ha causato il rigore in favore dell'Atalanta poi neutralizzato da Donnarumma.

giovedì 23 luglio 2020

"Beretta" è il nuovo singolo di Massimo Pericolo.

"Beretta" è il nuovo singolo di Massimo Pericolo pubblicato il 17 Luglio su Spotify.

Per la promozione del nuovo brano Massimo Pericolo ha pianificato un'iniziativa originale lasciando sulle macchine di Zona Navigli un facsimile di una multa (vedi sotto) che tra le tante citazioni e riferimenti all'artista e alla sua musica conteneva un QR Code che permetteva il pre-save della nuova canzone di Massimo. 

Facsimile della multa di Massimo Pericolo.

"Beretta" è stata prodotta da Crookers, produttore che ha collaborato in molte tracce con Massimo Pericolo tra cui la hit che lo ha lanciato al successo "7 Miliardi" di cui, tra l'altro, si fa riferimento nel costo della multa sopra riportata. I suoni della base ricordano le sirene della polizia che possiamo anche vedere sul videoclip ufficiale di Youtube. In questo pezzo Massimo Pericolo fa riferimento a diverse armi e che, nonostante ne parli, non ha mai avuto bisogno di sparare per fare soldi. L'artista si riferisce poi a qualche suo nemico, magari collega, che si meriterebbe una pallottola
Descrive anche il suo talento musicale che gli permette di essere una "...popstar come Madonna..." e "...trap come la mafia...", riferendosi alla sua duttilità musicale che abbiamo potuto notare nella collaborazione con Mahmood in "Moonlight popolare". L'artista, infatti, è in grado di trattare diversi temi di denuncia sociale, parlando del sistema penitenziario, dello spaccio e della vita di strada utilizzando stili diversi, uno più pop ed un altro puramente rap dove il linguaggio diventa evidentemente più crudo e diretto.

Copertina di "Beretta", il nuovo singolo di Massimo Pericolo.
Copertina di "Beretta", il nuovo singolo di Massimo Pericolo.

Il videoclip di "Beretta" disponibile su Youtube vede Massimo Pericolo travestito da poliziotto che gira col la volante della polizia con sulla fiancata l'adesivo "pericolo". Si tratta di un video ironico che mira a prendere in giro le forze dell'ordine; sotto questo sfottò, però, si cela un messaggio più profondo infatti si vede in una scena anche un riferimento alla morte di George Floyd che ha creato forti disordini in America contro i poliziotti e i loro modi violenti di gestire le situazioni. In alcune scene si nota anche Massimo indossare una maschera di Social Boom diventato virale su Youtube per repostare storie Instagram di personaggi famosi creando gossip inesistenti solo per gonfiare i propri numeri, molto spesso è stato insultato dai vip per approfittarsi della fama altrui per arricchirsi raccontando solo falsità.



La Beretta, perciò, rappresenta una metafora che racchiude diversi concetti come la violenza e rappresenta una critica verso le forze dell'ordine e chi si arricchisce attraverso la violenza, infatti Massimo non ha mai avuto bisogno di sparare per raggiungere i suoi obiettivi.

mercoledì 22 luglio 2020

"Gemelli" è il nuovo disco di Ernia: pop e rap per descrivere l'amore, l'apatia e la falsità dei colleghi.

"Gemelli" è l'ultimo progetto rilasciato da Ernia ormai più di un mese fa. Si tratta del suo secondo album e, come dichiarato da Ernia, sarebbe dovuto uscire i primi di Aprile ma, a causa del coronavirus, il suo rilascio è stato posticipato fino al 19 Giugno. Anche la strategia di marketing e promozione del disco ha subito delle variazioni con l'album che è stato pubblicato senza essere anticipato dall'uscita di nessun singolo e con la tracklist svelata appena due giorni prima il rilascio.
Il disco è composto da 12 tracce molto diverse tra loro che appartengono a diversi sottogeneri del rap rendendo questo album un progetto completo e adatto ad ogni amante delle rime e degli incastri. Come detto in precedenza possiamo quindi ritrovare diversi mood e stili che però rimangono coerenti con la tipologia di rap che Ernia ha delineato nei precedenti anni di attività. Il disco ha una durata complessiva di 39 minuti e contiene diverse collaborazioni importanti con colossi del rap italiano come Fabri Fibra e giovani promesse come Shiva e Madame.

Copertina di "Gemelli", il nuovo disco di Ernia.
Copertina di "Gemelli", il nuovo disco di Ernia.

VIVO
In questa prima traccia Ernia ci racconta il suo passato e tutte le disavventure che ha vissuto. Nonostante queste difficoltà l'artista ci descrive il suo sentirsi "vivo" dal punto di vista emotivo, di non essersi fatto sconfiggere dai problemi. Possiamo interpretare questa canzone come un inno alla rivalsa e alla speranza.

SUPERCLASSICO
SUPERCLASSICO è il pezzo pop dell'album scritto per le radio. La canzone racconta diverse fasi di una relazione divise nelle tre strofe: il primo incontro, l'innamoramento e l'inizio della relazione, la rottura. Questa traccia ha ottenuto un enorme successo grazie alle sue sonorità raggiungendo i 10 milioni su Spotify, in occasione del incredibile risultato ottenuto è stato realizzato il videoclip ufficiale disponibile su Youtube che potete trovare qua sotto.



PURO SINALOA FEAT. RKOMI, LAZZA & TEDUA 
Questa canzone è un omaggio a "Puro Bogotà" dei Club Dogo. Viene ripresa la celebre base di Don Joe dove i quattro rapper ripropongono molte citazioni e riferimenti ai Club Dogo mantenendo il mood e la struttura della canzone originale. Ernia ha voluto onorare questo classico del rap italiano per ricordarlo e per farlo conoscere ai più giovani che lo ascoltano. Difatti, nelle prime settimane di uscita di "Gemelli", "Puro Bogotà" era rientrato in classifica FIMI Italia.

MORTO DENTRO
"MORTO DENTRO" descrive una parte di Ernia che è esattamente l'opposto di "VIVO", racconta la freddezza dell'animo dell'artista dovuta alle tante ragazze interessate solo ai soldi e alla sua fama che lo rendono diffidente e insensibile. Da menzionare la base incredibile realizzata da Sick Luke che utilizza delle chitarre che rendono l'atmosfera malinconica.

NON ME NE FREGA UN CAZZO FEAT. FABRI FIBRA
Questa canzone riprende nuovamente il tema dell'indifferenza emotiva che, in questo caso, approfondisce con uno stile rap tradizionale rimanendo superficiale con un tono aggressivo e allo stesso tempo ironico.

FERMA A GUARDARE
Si tratta di un pezzo pop che, prima della stesura di Superclassico, doveva essere il brano da radio. Infatti è una canzone orecchiabile e semplice realizzata con qualche batteria, la chitarra e la voce. Ovviamente la traccia è di argomento amoroso. Si tratta della prima canzone scritta da Ernia appartenente a "Gemelli".

MERYXSEMPRE FEAT. SHIVA
Il titolo della canzone riprende il film "Mery per Sempre" del 1989 che raccontava la storia di professore che cerca di motivare i ragazzi del carcere minorile di Palermo. Ernia ci racconta il suo passato e la sua gioventù che però non esalta come certi rapper ma definisce come riferimento per una crescita e una maturazione personale. L'artista ha dichiarato che questo è il suo pezzo preferito dell'album ed è probabilmente la sua miglior canzone.

La tracklist di "Gemelli".
La tracklist di "Gemelli".

U2
U2 è una traccia più leggera e superficiale in cui Ernia si paragona a Bono degli U2 anche se l'artista ha dichiarato di non essere un fan della band e di aver fatto questo riferimento solo per puro divertimento e per alludere al suo aspetto fisico.

PENSAVO DI UCCIDERTI FEAT. LUCHE
Questa traccia di amicizie finite e di rancori nei confronti dell'ex-amico. In particolare Ernia si riferisce ad un amico che, quando aveva 17 anni, ci aveva provato con la ragazza del rapper. Mentre Luché sembra riferirsi ad Ntò con cui ha iniziato a rappare e con cui ha rotto i rapporti nel 2012.

CIGNI
CIGNI è stato definito da Ernia il gemello diverso di NON ME NE FREGA UN CAZZO in quanto approfondisce gli stessi temi di apatia nei confronti della vita ma con toni più introspettivi e intimi nel testo e nelle stesse sonorità.

FUORILUOGO FEAT. MADAME
Questa canzone parla del sentirsi diversi dagli altri e del nascondere la propria persona dietro a maschere e ipocrisie. Probabilmente questo è il featuring più azzeccato in quanto Madame riesce perfettamente a rendere e riproporre il concetto espresso da Ernia dimostrando grandi abilità comunicative e di scrittura.

BUGIE
In quest'ultima canzone Ernia ci descrive le molte bugie dette dalle persone, dagli amici che mentono per fare brutto ai rapper che ci continuano a raccontare delle falsità solo per gonfiare il loro percorso artistico. 

"Gemelli" è un progetto completo che riprende diversi temi spaziando dal pop al rap e rappresentando uno dei dischi più validi di questo 2020. Ernia decide di raccontarsi nelle sue fragilità e nei suoi momenti difficili di questo ultimo anno dicendoci le sue verità senza nascondersi o affogare i propri sentimenti nelle classiche metafore del rap italiano.

Il Milan batte il Sassuolo 2-1 grazie alla doppietta di Ibrahimovic.

Al Mapei Stadium, Sassuolo-Milan è terminata 1-2 grazie ai due goal decisivi realizzati da Ibrahimovic durante il primo tempo.

Il Milan porta a casa altri tre punti importanti che certificano aritmeticamente la qualificazione dei rossoneri all'Europa League del prossimo anno. Però il campionato del diavolo non può dirsi concluso in quanto l'obiettivo è quello di mantenere il 5° posto attualmente occupato per evitare i preliminari dell'Europa League

Ibrahimovic esulta dopo aver realizzato il primo goal per il Milan.
Ibrahimovic esulta dopo aver realizzato il primo goal per il Milan.

Il primo tempo di Sassuolo-Milan è stato ricco di emozioni con i rossoneri che sono sembrati un po' più in difficoltà rispetto alle partite precedenti, merito della squadra emiliana che ha corso ed ha gestito il possesso per gran parte del primo tempo. Nonostante ciò il Milan si è reso comunque pericoloso ed ha trovato il vantaggio al 19esimo grazie ad un bel cross di Calhanoglu che ha pescato in area Ibra che di testa ha insaccato. Da elogiare il pressing e il recupero del pallone di Kessie che ha dato poi il via all'azione del vantaggio milanista. Qualche minuto più tardi ancora un altro cross in area dove si avventa Ibra che colpisce di testa ma, in questo caso, Consigli riesce a neutralizzare la conclusione in calcio d'angolo. Al 42' l'arbitro, con l'aiuto del VAR, concede un rigore per fallo di mano di Calhanoglu che su un cross colpisce con un braccio dentro l'area. Sul dischetto si presenta Caputo che spiazza Donnarumma pareggiando il risultato. La svolta della partita si registra sul recupero del primo tempo quando Ibrahimovic trova la seconda rete su assist perfetto di Calhanoglu. Un paio di minuti dopo Bourabia commette un brutto fallo su Rebic che gli costa il secondo cartellino giallo e quindi l'espulsione.
Preoccupanti sono gli infortuni di Conti e Romagnoli che, durante il primo tempo, sono stati costretti a lasciare il campo. Vedremo come si svilupperanno questi infortuni per capire i tempi di recupero in vista degli ultimi tre match finali tra cui l'incontro difficile con l'Atalanta di Gasperini a cui saranno assenti anche Hernandez e Bennacer per squalifica.
Il secondo tempo è sotto il controllo rossonero che, con un uomo in più e il vantaggio, hanno mantenuto il possesso della palla cercando di limitare ogni pericolo e cercando il terzo goal che, però, non è arrivato. Tra le azioni pericolose ricordiamo il palo di Bennacer da limite dell'area e il tiro di Kessie respinto da Consigli sui piedi di Bonaventura che ha tentato per due volte di ribadire in rete fermato però sempre dal portiere neroverde. 
La partita si chiude sul 2-1 con il Milan che conferma la crescita costante e dimostra una certa maturità nel controllo della partita e del relativo vantaggio.


Migliore in campo: Ibrahimovic
E' stato decisivo con i suoi due goal che hanno portato alla vittoria il Milan, ha giocato molto per la squadra ed ha concretizzato al meglio le occasioni create andando vicino più volte alla tripletta.

Peggiore in campo: Saelemaekers
Prestazione anonima del giovane belga che sbaglia molti passaggi e non riesce a spingere sulla fascia destra con la continuità e la decisione che aveva mostrato nelle partite precedenti.

domenica 19 luglio 2020

Il Milan rifila cinque goal al Bologna e continua la corsa all'Europa.

A San Siro il Milan schiaccia il Bologna realizzando cinque goal e dominando una partita mai stata in discussione.

E' stato un dominio rossonero quello a cui abbiamo assistito ieri sera. Un Milan vivace e intraprendente ha creato e concretizzato al meglio le occasioni realizzando cinque reti e mantenendo il trend positivo della seconda fase del campionato post-lockdown dove la squadra rossonera ha raggiunto una media di tre goal a partita. Prestazione brillante del centrocampo e dell'attacco rossonero che ha corso e messo in difficoltà molte volte i difensori rossoblu con manovre offensive eccellenti dal punto di vista tecnico-tattico. In particolare, grande lavoro dei terzini Theo Hernandez e Calabria che hanno spinto tutta la partita e si sono resi protagonisti nelle azioni da goal del diavolo. 

Il primo tempo inizia subito alla grande per i rossoneri che vanno vicini al vantaggio con un tiro di Theo sul primo palo respinto dal portiere bolognese. Il vantaggio arriva pochi minuti dopo con Saelemaekers che insacca da dentro l'area su cross rasoterra di Theo Hernandez. Altre occasioni del Milan sui piedi di Calhanoglu che si fa ipnotizzare a tu per tu con Skorupski e Kessie che al limite dell'area colpisce il palo. Il doppio vantaggio arriva poi con Calhanoglu che approfitta di un errore incredibile di Skorupski per realizzare a porta praticamente sguarnita. Sul finale di primo tempo il Bologna accorcia con Tomiyasu che dal limite fa partire un sinistro imprendibile che termina sotto l'incrocio dei pali alla destra di Donnarumma che non può fare altro che raccogliere il pallone in fondo alla rete.

I festeggiamenti rossoneri in occasione del goal di Calhanoglu.
I festeggiamenti rossoneri in occasione del goal di Calhanoglu.

Nel secondo tempo il Milan riprende alla grande realizzando in terzo goal dopo soli 4 minuti con Bennacer che si infila centralmente e batte il portiere appena dentro l'area con un tiro deviato dalla difesa del Bologna; per il centrocampista algerino è il primo goal con la maglia rossonera. Una decina di minuti dopo il Milan trova il quarto goal con un'azione spettacolare conclusa da Rebic che raccoglie l'assist di Ibra e insacca con freddezza. Ci sono poi diversi cambi nella formazione rossonera per far rifiatare i titolari e per dare spazio alle seconde linee come Leao che entra al posto di Ibra e si rende subito pericoloso con diverse conclusioni tutte neutralizzate da Skorupski. Nel recupero finale grande incursione di Calabria che scambia con Leao che la cede nuovamente al terzino italiano che da dentro l'area non può che realizzare il quinto goal rossonero che mette il punto esclamativo alla prestazione strepitosa dei calciatori di Pioli.

Migliori in campo: Rebic e Theo Hernandez 
La corsia di sinistra è certamente la zona del campo in cui il Milan attacca meglio grazie alla spinta costanteforza fisica di Theo Hernandez e alla velocità e concretezza di Rebic. Prestazione incredibile dei due calciatori milanisti che hanno messo lo zampino su quasi tutte le azioni create dai rossoneri.

Peggiori in campo: Kjaer e Romagnoli
Nonostante la prestazione ampiamente sufficiente di tutta la rosa bisogna menzionare gli errori abbastanza evidenti dei due centrali del Milan. Romagnoli ha molte responsabilità sul goal del Bologna, la sua marcatura è molto timida e permette all'avversario di calciare comodamente a rete senza nessuna opposizione. Kjaer, invece, è protagonista di un retropassaggio scellerato che costringe Donnarumma a concedere una punizione in seconda dentro l'area che poi si trasforma il un nulla di fatto.

venerdì 10 luglio 2020

Intervista esclusiva a Vybes: ci racconta la sua passione per la musica e il significato del suo nuovo singolo "Italia ventiventi".

Abbiamo intervistato Vybes, il giovane diciassettenne romano che ha rilasciato il suo nuovo singolo "Italia ventiventi". Ci ha raccontato la sua passione per la musica, le varie influenze musicali che l'hanno ispirato e il significato della sua ultima canzone.

Chi è Vybes? Presentati a chi non ti conosce.
Vybes è un giovane ragazzo di 17 anni cresciuto con la passione per la musica, soprattutto per il genere rap. 

Come e quando è nata la tua passione per la musica?
La mia passione per la musica è nata quando andavo alla scuola elementare. In quel periodo ho iniziato ad ascoltare le prime canzoni rap, anche se mio padre sostiene che sono sempre stato appassionato di musica e l'ascoltavo anche da piccolissimo. 

C’è un artista che ha ispirato la tua musica, se sì chi è?
Non so se ci sia un unico vero e proprio artista a cui mi ispiro, forse no. Però sono stato molto influenzato da Fibra per il suo essere sempre così diretto e segnante nell'esprimere il suo pensiero. Se penso ad altri, sicuramente Caparezza per il sound, mentre ascoltando Gemitaiz è nata la voglia di scrivere qualcosa di mio. 

Con chi vorresti fare un featuring della scena italiana e internazionale?
Se posso dire in assoluto con chi preferirei allora rispondo Gemitaiz per un brano in italiano, mentre se penso alla scena internazionale allora dico Bruno Mars.
 
Come è nato il tuo nuovo singolo “ITALIA VENTIVENTI”? Qual è il significato del titolo?
Il mio nuovo singolo è uno sfogo e una protesta nei confronti della società di oggi. Non vuole essere un "pezzo" musicale, ma un messaggio inviato al maggior numero di persone possibili. Basta aprire il giornale per capire che discriminazione e razzismo sono condizioni quotidiane e credo che sia una cosa assurda se penso al fatto che questo è il 2020 e ancora non riusciamo a fare a meno di odiare e discriminare.

vybes italia ventiventi il video

mercoledì 8 luglio 2020

Il Milan schiaccia la Juve per 4-2 a San Siro: è una rimonta perfetta dei rossoneri.

A San Siro il Milan rimonta infilando 3 goal in soli 6 minuti ad una Juventus imbambolata.

Il Milan conquista tre punti importanti per la lotta all'Europa contro la prima in classifica dando continuità di prestazione dopo la grande performance contro la Lazio.
La partita è stata abbastanza equilibrata ed è stata segnata dagli episodi e dagli errori difensivi delle due squadre. 

Il primo tempo è stato molto equilibrato e con ritmi di gioco abbastanza lenti con le squadre che hanno cercato di subire il minor numero di occasioni mantenendo il possesso. I primi minuti sono stati giocati meglio dal Milan che si è reso pericoloso con qualche tiro di Ibrahimovic che, però, non ha impensierito il portiere polacco Szczesny. La seconda parte del primo tempo ha visto la Juventus andare vicina al goal con un paio di occasioni di Ronaldo e Higuain. Il primo tempo termina così sullo zero a zero con poche emozioni.

Kessie esulta insieme i suoi compagni dopo aver realizzato il goal del pareggio.
Kessie esulta insieme i suoi compagni dopo aver realizzato il goal del pareggio.

Il secondo tempo, invece, è una giostra di emozioni che inizia subito dopo due minuti con il primo goal della Juve arrivato dopo una splendida giocata del centrocampista francese Rabiot che si fa metà campo palla al piede e batte in rete col mancino dal limite. Il secondo goal juventino arriva su un errore grave dei due centrali milanisti Kjaer e Romagnoli che si scontrano mandando Ronaldo a tu per tu con Donnarumma che non può evitare la rete. L'episodio della svolta arriva pochi minuti dopo con una revisione al VAR per fallo di mano di Bonucci in area di rigore, l'arbitro decide di sanzionare il tocco e sul dischetto si presenta Ibra che spiazza il portiere e accorcia le distanze. Esattamente quattro minuti dopo il Milan pareggia con un azione di sfondamento centralmente con Ibrahimovic che serve dentro l'area Kessie che non sbaglia e batte il portiere complice anche una deviazione della difesa juventina. La rimonta viene completata il minuto seguente con il terzo goal rossonero arrivato dal subentrato Leao che in contropiede mette il pallone alle spalle di Szczesny. Il risultato si ribalta così in soli 6 minuti e la Juventus è chiamata a rispondere, occasione di testa su calcio d'angolo che Donnarumma neutralizza con un riflesso formidabile. Nei minuti finali grave errore di impostazione di Alex Sandro che serve Bonaventura in area che appoggia per Rebic che realizza la decima rete della sua formidabile stagione.

Partita incredibile, ricca di emozioni e colpi di scena che vedono trionfare alla fine la squadra rossonera che ha avuto il grande merito di crederci nonostante il doppio vantaggio e di sfruttare il black-out bianconero realizzando in soli 6 minuti tre goal pesantissimi per il morale.

Migliore in campo: Frank Kessie
Kessie è il motore del centrocampo rossonero, corsa e fisico al servizio per i compagni. Ha lottato per tutti i novanta minuti ed ha realizzato uno dei goal più importanti della stagione in un momento cruciale per il piazzamento in classifica. Corona una serie di grandi prestazioni con un ulteriore performance di spessore a cui tutta la squadra ci ha abituato dalla ripresa del campionato.

Peggiori in campo: Kjaer e Romagnoli
Troppo evidente l'errore che ha portato al secondo goal juventino che avrebbe potuto condannare il Milan ad una sconfitta. Inoltre Romagnoli ha qualche colpa anche nel primo goal di Rabiot in quanto non riesce a impedire al calciatore francese di calciare dal limite.


martedì 7 luglio 2020

"Italia ventiventi" è il nuovo singolo di Vybes.

"Italia ventiventi" è il nuovo singolo del giovane cantante Vybes, diciassettenne romano dallo spiccato talento per la scrittura.

"Italia ventiventi" è il terzo singolo ufficiale di Vybes disponibile dal 26 Giugno su Spotify, la canzone è stata prodotta da Lorenzo Lombardi Dallamano che ha messo a disposizione di Vybes una base tecno su cui il giovane artista esprime concetti importanti di attualità come la discriminazione e il razzismo.

Copertina di "Italia ventiventi", il nuovo singolo di Vybes.
Copertina di "Italia ventiventi", il nuovo singolo di Vybes.

La prima strofa è dedicata all'Italia e all'italiano medio che non riconosce i grandi limiti di questo stato. Vybes critica fortemente le scuole e le infrastrutture del sistema educativo che crollano a pezzi per poi concentrarsi sulla politica scagliandosi contro chi sostiene Salvini come se fosse un santo.

Il ritornello praticamente non esiste ed è creato seguendo le note della base intonate da un coro. Un'idea innovativa per cercare di dare maggior risalto alle strofe e a ciò che ci vuole comunicare Vybes mantenendo comunque una certa musicalità all'interno di tutto il pezzo.

La seconda strofa è dedicata a tutte le tipologie di discriminazione e razzismo che sono ancora molto forti in Italia. Vybes ci descrive il suo punto di vista moderno di un ragazzo giovane che non vuole più accettare le vecchie mentalità ignoranti per cui l'essere gay è una malattia o che il colore della pelle sia rilevante. Si schiera anche dalla parte dei disabili che, molto spesso, sono visti come dei mostri ma che in realtà sono persone normalissime con i loro problemi come li hanno tutti. In parte questa strofa assume una base diversa da quella precedente diventando molto più trap.

Il messaggio della canzone è reso ancora più evidente dal video di "Italia ventiventi" disponibile su Youtube dal 3 Luglio. Il videoclip è girato in un campo da basket urbano con le pareti colme di graffiti, nelle varie scene si vedono dei ragazzi giocare a pallacanestro e si possono vedere ragazzi bianchi e neri che giocano insieme assumendo un messaggio evidente contro il razzismo. Successivamente si vede una drag queen che si prepara truccandosi in viso e poi la si vede ballare, altro messaggio contro l'omofobia. La scena più importante arriva verso la fine quando si sente il coro dei bambini che sono ripresi in delle tute grigie con molte scritte nere che si riferiscono al razzismo, all'omofobia e al sessismo. Vybes, in questo caso, invita al cambiamento in favore delle nuove generazioni in modo che ci possa essere più libertà e meno pregiudizi.


domenica 5 luglio 2020

Prestazione perfetta del Milan che travolge la seconda in classifica Lazio per 3-0.

Il Milan, al termine di una prestazione straordinaria, ha trionfato allo stadio Olimpico per 3-0 concedendo pochissimo ad una delle squadre più in forma della stagione.

Il Milan diventa la prima squadra in grado di battere la Lazio in casa durante la stagione 2019/20 grazie ad una prestazione perfetta di compattezza, attenzione e concretezza. Grande elogio da spendere per mister Pioli che azzecca le scelte riconfermando Calhanoglu e Bonaventura e inserendo dal primo minuto Ibrahimovic protagonista di un goal e un assist.

Il match inizia subito nei migliori dei modi per i rossoneri che al minuto 23' riesco a trovare il vantaggio con un tiro dalla distanza di Calhanoglu deviato da un difensore della Lazio che spiazza Strakosha. Il raddoppio arriva pochi minuti dopo con Ibrahimovic che insacca su cross di Saelemaekers annullato per evidente fuorigioco dello svedese. Passano pochi giri di lancette che il Milan ritrova una ghiotta opportunità per raddoppiare grazie ad un rigore per fallo di mano di Radu, sul dischetto si presenta Ibrahimovic che realizza nonostante il portiere laziale fosse arrivato sul tiro carambolato fortunatamente in porta.

I rossoneri esultano dopo il rigore realizzato da Ibrahimovic.
I rossoneri esultano dopo il rigore realizzato da Ibrahimovic.

Il secondo tempo si riapre con la Lazio più aggressiva e offensiva nel tentativo di ribaltare il risultato e alimentare il sogno scudetto. Il Milan incassa anche il goal di Lazzari in contropiede annullato per evidente fuorigioco. Poi, in un ribaltamento di fronte, Bonaventura al limite pesca Rebic, subentrato nel secondo tempo al posto di Ibra, che libero in mezzo all'area non deve fare altro che stoppare il pallone e piazzarlo dove Strakosha non può arrivarci firmando il terzo goal e il definitivo colpo del KO per la Lazio. Sul finale ci sono altre due azioni di Theo Hernandez che sfrutta la stanchezza dei difensori della squadra bianco-azzurra per presentarsi palla al piede davanti al portiere sbagliando in tutte e due i casi a tu per tu con l'estremo difensore della Lazio.

Migliore in campo: Tutta la squadra
Meritano tutti il premio di migliore in campo per una prestazione straordinaria contro la seconda in classifica penalizzata dalle assenze di Immobile e Caicedo. Compattezza, concentrazione e concretezza per un Milan veramente perfetto; si sono riscattati anche chi, nelle partite precedenti, aveva giocato male come Bonaventura e Theo che hanno mostrato grande carisma e personalità nel rimettersi in gioco e riprendersi subito da un paio di brutte prestazioni. Si riconferma un giocatore dal ottimo potenziale Saelemaekers che per novanta minuti ha corso avanti e indietro in fascia rendendosi utile in fase difensiva e offensiva. Donnarumma non è mai stato impegnato seriamente dagli attaccanti laziali conquistando l'undicesimo clean sheet (rete inviolata) della stagione diventando primo in questa speciale classifica dei portieri.


giovedì 2 luglio 2020

Il Milan ferma la sua corsa con un pareggio con l'ultima in classifica, a Ferrara è 2-2 contro la Spal.

Partita difficile del Milan che raggiunge il pareggio in extremis contro la Spal dopo un match dominato in lungo e in largo dalla squadra rossonera.

Le buone prove contro Lecce e Roma vengono cancellate da una prestazione sottotono della squadra rossonera che riconferma i grandi problemi di finalizzazione mostrando però, a differenza delle altre volte, una maggior quantità di occasioni create dai calciatori milanisti. La partita è dominata dagli episodi che sorridono alla Spal che realizza due goal nel primo tempo su due tiri nello specchio realizzati dai ferraresi. 
La prima rete arriva su un calcio d'angolo e su una mischia selvaggia in area in cui ha la meglio Valoti che insacca tra le gambe di Calhanoglu, il secondo goal arriva poco dopo con una prodezza dalla distanza di Floccari che non segnava da più di un anno. Ci sono diverse imprecisioni nella difesa sia in occasione del corner che del posizionamento della difesa nella seconda rete. Poi la Spal rimane in dieci per l'espulsione di D'Alessandro che compie un'entrata scellerata su Theo Hernandez. Il Milan trova quasi subito la rete per accorciare con Calhanoglu ma viene fischiato fuorigioco su Rebic che aveva alimentato l'azione dalla sinistra.

Il secondo tempo è un completo assedio del Milan che undici contro dieci spinge per ritrovare almeno la parità. Trova il goal del 2-1 con Leao che insacca da dentro l'area spiazzando il portiere e acciuffa il pareggio con un autogoal di Vicari sul recupero. In totale la squadra rossonera terminerà la partita realizzando 38 tiri totali di cui 15 sullo specchio contro i 3 della Spal, dominio totale anche dal punto di vista del possesso palla favorevole al Milan con il 70%. Statistica preoccupante è la pericolosità inesistente nei calci piazzati, la squadra rossonera ha calciato 17 calci d'angolo senza riuscire nemmeno una volta ad impensierire il portiere spallino.

Espulsione di D'Alessandro dopo revisione al VAR.
Espulsione di D'Alessandro dopo revisione al VAR.

Il Milan dimostra perciò di faticare molto contro le piccole squadre che tendono a difendersi ed è stato anche abbastanza ingenuo e sfortunato nel subire due reti in due azioni abbastanza rocambolesche e fortunose. Nonostante tutto non si può giustificare l'incapacità dei giocatori di segnare in superiorità numerica, dobbiamo quindi ringraziare Vicari per aver salvato la squadra da una figuraccia. Sono due punti persi molto importanti nella lotta all'Europa League con le inseguitrici che accorciano e che probabilmente si avvicineranno ancora visti gli impegni molto complicati del Milan che, nelle prossime partite, affronterà Lazio, Juventus e Napoli.

Migliore in campo: Saelemaekers
Sostituisce nel primo tempo Castillejo infortunato. Corre per tutto il campo come un motorino inarrestabile, spinge costantemente sulla fascia e mette in mezzo una quantità enorme di palloni. E' lui a mettere in mezzo il pallone poi messo in rete dal difensore ferrarese Vicari.

Peggiore in campo: Theo Hernandez
Un altro giocatore rispetto a quello visto prima dell'interruzione del campionato per il coronavirus. Spinge poco e quando lo fa sbaglia cross semplici che avrebbe fatto ad occhi chiusi a Gennaio; meglio Laxalt entrato nella ripresa che realizza l'assist per la rete di Leao.


lunedì 29 giugno 2020

A San Siro il Milan trionfa sulla Roma per 2-0.

E' arrivata ieri la seconda vittoria del Milan in questa seconda fase post-covid contro la Roma, un avversario diretto per l'Europa.

A San Siro abbiamo visto una partita abbastanza spenta e povera di occasioni dominata dal caldo che ha impedito ai giocatori di dare il massimo nella corsa e nel pressing. Alla fine la partita è stata decisa dagli episodi che però si sono verificati con errori individuali della difesa della Roma

La squadra giallo-rossa, infatti, sembrava non fosse mai scesa in campo; ha subito il possesso palla insistito del Milan e si è resa pericolosa dalle parti di Donnarumma solo nel primo tempo con un occasione di testa di Dzeko terminata a lato. Il Milan, invece, nel primo tempo ha creato poco ed è andato vicino al goal solo sul finale con Calhanoglu che ha sprecato di testa a due passi dalla porta difesa da Mirante.

Il secondo tempo inizia bene per il Milan che, con l'ingresso di Paquetà e Saelemaekers, ha ritrovato freschezza e corsa nella fascia rendendosi sempre più pericoloso fino al goal di Rebic che è partito da un errore grave in disimpegno di Zappacosta che fa partire il contropiede proprio dai piedi di Rebic che dopo si fa trovare pronto sulla respinta insaccando al secondo tentativo dopo aver colpito un palo su deviazione di Spinazzola sulla linea di porta. Il secondo goal dei rossoneri arriva sul finale con un altro errore del romanista Diawara che regala palla a Theo Hernandez che viene atterrato in area da Smalling, l'arbitro fischia il rigore e sul dischetto si presenta Calhanoglu che realizza con freddezza.

Calhanoglu esulta dopo aver realizzato il rigore.
Calhanoglu esulta dopo aver realizzato il rigore.

Migliore in campo: Ante Rebic
Premiato per il suo spirito di sacrificio in pressing che ha portato anche al primo goal del Milan. Capacità realizzativa formidabile, da Gennaio non si è più fermato realizzando 9 goal in 12 partite e diventando il miglior marcatore rossonero della stagione. In questa partita aveva anche il compito delicato di sostituire Ibrahimovic al centro dell'attacco e lo ha fatto alla grande sbloccando la partita e regalando un'altra vittoria ai milanisti.

Peggiore in campo: Bonaventura
Partita sottotono del centrocampista ex-atalantino che combina veramente poco nel primo tempo e spreca una delle poche occasioni della sua partita calciando in curva. Giustamente all'inizio del secondo tempo è stato sostituito da Paquetà che ha garantito un po' più di inventiva nelle giocate.


giovedì 25 giugno 2020

"MILLENNIUM BUG" è il primo album degli PSICOLOGI.

"MILLENNIUM BUG" è il disco di debutto di Drast e Lil Kaneki meglio conosciuti come PSICOLOGI.

"MILLENNIUM BUG" è il primo progetto ufficiale di PSICOLOGI che, dopo due EP "2001" e "1002", hanno deciso di debuttare con un disco innovativo, con grande varietà di genere e soprattutto adatto alla musica di tendenza interpretata nel loro stile inconfondibile. L'album è composto da 15 tracce  dalla durata complessiva di 39 minuti ed è stato anticipato da tre diversi singoli "STO BENE", "GENERAZIONE" e "FCK U" feat. Madame. Le collaborazioni che compaiono nel disco sono solo tre: Madame, Tredici Pietro e Fuera.

Copertina di "MILLENNIUM BUG", l'album di debutto degli PSICOLOGI.
Copertina di "MILLENNIUM BUG", l'album di debutto degli PSICOLOGI.

INTRO
L'intro è un breve audio scherzoso realizzato con la voce di Peter dei Griffin che ci augura un buon ascolto.

AMICI
"AMICI" è una canzone dedicata all'amicizia, Drast e Kaneki dicono di voler bene ai loro amici nonostante siano drogati e ragazzi problematici.

TRISTI E SOLI
Questa traccia è dedicata ad un amore finito che ha lasciato solo tristezza e solitudine. In questo pezzo i due artisti approfondiscono anche il concetto di ricchezza che molto spesso diventa un sinonimo di abbandono.

SPENSIERATEZZA
"SPENSIERATEZZA" racconta la crescita dei due artisti che negli anni hanno perso la spensieratezza e si sentono sempre più imprigionati dall'ansia e dai problemi che non riescono più ad affrontare con la leggerezza di prima.

FUNERALE feat. TREDICI PIETRO
Questa canzone rappresenta, in parte, una critica sociale in quanto i tre cantanti sottolineano le loro differenze con lo stereotipo del rapper moderno. In particolare, nella strofa di Tredici Pietro c'è una forte critica verso il fascismo.

E' il primo estratto dall'album che trovate descritto nel link sopra.

VORREI
"VORREI" racconta il desiderio di isolamento dei due artisti che ricercano costantemente un posto tranquillo dove ritrovare la pace che il mondo circostante sembra impedirgli.

FANTASMA
Il fantasma citato nella canzone rappresenta un rapporto finito, una storia d'amore o un'amicizia, che porta alla depressione e alla solitudine che ci portano a ricordare e ad essere tormentati dal "fantasma" della persona con cui abbiamo chiuso i rapporti.


RADIO
"RADIO" racconta un amore finito che però porta con sé dei ricordi piacevoli come la canzone che viene trasmessa in radio.

E' il terzo estratto dall'album che trovate descritto nel link sopra.

PER ME SEI
Si tratta di una canzone d'amore in cui i due cantanti paragonano la loro amata ad aspetti della naturaluoghi dei loro quartieri a cui sono fortemente legati. 

TUTTO OK
"TUTTO OK" è dedicata ad un'amicizia che è sfumata nel tempo fino a renderli degli sconosciuti. In particolare, Kaneki nella sua strofa si riferisce a Security, rapper romano classe 2002, con cui era grande amico prima che la vita li dividesse.

POVERO feat. FUERA
Si tratta di una canzone tecno in cui PSICOLOGI e Fuera approfondiscono argomenti di carattere sociale parlando di bullismo, ricchezza e Sanremo.

E' il secondo estratto dall'album che trovate descritto nel link sopra.

CANADA
In "CANADA" i due rapper raccontano di un amore così forte che gli farebbe seguire l'amata in capo al mondo tra Canada e Africa. 

"MILLENNIUM BUG" è un disco completo che racchiude diversi generi che tendono a mischiarsi anche nella singola traccia. Questo progetto spazia dal pop al rap passando per generi molto diversi come indie, rock e tecno. Tutto questo rende questo disco completo ed adatto ad un vasto pubblico di ascoltatori, passiamo da tracce semplici in cui bastano voce e chitarra per raccontare l'amore a tracce più complesse dal punto di vista musicale in cui si affrontano temi più importanti e di carattere sociale. Si tratta quindi di un grande lavoro del giovane duo che è riconosciuto anche dagli ascoltatori che hanno apprezzato e stato continuando a streammare l'album su Spotify che ha totalizzato più  di 7 milioni di riproduzioni.