“Tickets To My Downfall”: la rivoluzione punk di Machine Gun Kelly.

Il 25 Settembre è uscito il nuovo album di Machine Gun Kelly intitolato “Tickets To My Downfall” e annunciato dallo stesso artista già a Gennaio 2020. Il progetto sarebbe dovuto uscire a fine primavera del 2020 ma, a causa del coronavirus, la sua pubblicazione è slittata non compromettendo, però, il successo indiscusso del disco che ha debuttato in prima posizione in Billboard 200 con oltre 126.000 copie vendute. Questo album sembra segnare la svolta della carriera di MGK che, dopo la faida con Eminem, ci ha mostrato un lato diverso della sua musica molto distante dal rap. L’artista è stato in grado di reinventarsi approfondendo un genere che era ormai in declino come il pop-punk riportandolo in cima alle classifiche mondiali grazie anche all’aiuto di Travis Barker, il batterista dei Blink-182, che ha realizzato tutte le batterie presenti in “Tickets To My Downfall“.

Il disco originale si compone di 15 tracce che sono diventate 21 nella SOLD OUT deluxe edition pubblicata solo 4 giorni dopo l’album per ringraziare i fan dell’immenso supporto e apprezzamento.

"Tickets To My Downfall": la rivoluzione punk di Machine Gun Kelly.

title track

Nella prima traccia MGK ci presenta già l’intento del suo album. Ci vende i biglietti per la sua rovina raccontandoci il suo dolore, la depressione e l’abuso di alcol e droghe. Si mette a nudo per descriverci le sue sofferenze e le sue insicurezze.

kiss kiss

Questa canzone ha tutte le caratteristiche per rappresentare un pezzo d’amore rivolto ad una ragazza ed invece è rivolto all’alcol che diventa il compagno perfetto di molte serate e la soluzione ai problemi.

drunk face

drunk face” racconta ancora dei problemi con l’alcol di MGK che promette di crescere in futuro. Ci descrive un’avventura con una donna in cui i ricordi sono annebbiati e confusi dall’alcol.

bloody valentine

Si tratta del primo estratto dall’album uscito il primo di Maggio che ha aperto la rivoluzione pop-punk di MGK. E’ un pezzo d’amore in cui l’artista rivela i suoi veri sentimenti nascosti dalle insicurezze e dalla paura dell’abbandono.

forget me too feat. Halsey

forget me too” racconta le conseguenze di un’avventura di una notte, il desiderio di dimenticare e di impedire che da questa nasca un qualcosa di più serio.

all i know feat. Trippie Redd

Questa canzone descrive la pazzia di Machine Gun Kelly che, nella sregolatezza della sua vita, trova la fonte della sua musica.

lonely

lonely” è una delle tracce più profonde dell’album in cui Kelly parla della sua relazione con il padre e la zia che lo hanno sempre supportato e che ora sono deceduti. Nell’outro troviamo un audio del padre in cui descrive la nascita molto pericolosa dell’artista che ha rischiato di morire durante il parto.

WWIII

Si tratta di una breve canzone di appena un minuto in cui Machine Gun Kelly descrive la sua ricerca di una pace interiore che non riesce a trovare a causa del caos che lo circonda.

kevin and barracuda (interlude)

E’ un interludio scherzoso in cui Machine Gun Kelly e Pete Davidson, noto attore americano, fingono di essere degli alieni.

concert for aliens

In “concert for aliens“, MGK ricrea uno scenario post apocalittico in cui c’è un’invasione aliena. Nella seconda strofa questa ambientazione diventa la metafora della vita di Machine Gun Kelly che sembra quasi un alieno rispetto agli altri per la vita che ha vissuto. E’ il secondo estratto dall’album pubblicato il 5 Agosto.

my ex’s bestfriend feat. blackbear

Machine Gun Kelly racconta di come ha conosciuto una ragazza e di come ne è rimasto innamorato. Si tratta dell’ultimo dei tre estratti usciti prima della pubblicazione dell’album.

jawbreaker

jawbreaker” è un altro pezzo dedicato ad una ragazza che ha il sapore di una caramella.

nothing inside feat. iann dior

In questo brano MGK parla del suo sentimento di vuoto interiore dovuto ad una relazione finita con l’amore che lentamente è svanito.

​banyan tree (interlude)

Si tratta di un interludio in cui MGK e l’attrice Megan Fox, con cui ha una relazione, parlano del loro primo incontro, dell’abuso di alcol e droghe e si confessano il loro amore. Nella canzone MGK canta le sensazioni di Megan nei suoi confronti.

play this when i’m gone

play this when i’m gone” è, insieme a “lonely“, la traccia più profonda e personale del disco. Si tratta di una dedica alla figlia Casie. Pensata come una lettera, questa canzone è un testamento dell’artista in cui descrive il suo amore per la figlia. MGK ha ammesso di aver scritto questa traccia per non avere nessun rimpianto nei confronti di Casie in caso il cantante dovesse venire a mancare.

Tickets To My Downfall” è, certamente, uno dei progetti più interessanti a livello mondiale del 2020. Quest’album è stato in grado di riportare in classifica il genere pop-punk che sfocia in molti casi nel rock. Il successo dell’album è certificato anche dai milioni di streaming sulle varie piattaforme musicali. Importante è stato anche il cambio di rotta di Machine Gun Kelly che è stato capace di reinventarsi riproponendo nuovi suoni inediti nel panorama musicale attuale.

Mantovan Francesco

Studente di ingegneria meccanica all'Università degli studi di Padova, diplomato al liceo scientifico a pieni voti. Sono appassionato di musica, calcio e scrittura ed ho intrapreso la mia attività di blogging da più di un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *