Visualizzazione post con etichetta italia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta italia. Mostra tutti i post

sabato 16 maggio 2020

"Crema di buccia" chiude la trilogia dei singoli solisti dei tre componenti di FSK.

"Crema di buccia" è il nuovo singolo di Chiello che conclude la pubblicazione dei pezzi solisti dei componenti di FSK.


Dopo "Mitra" di Sapobully e "10 Sprite" di Taxi B, "Crema di buccia" è il singolo solista di Chiello che mostra un ulteriore attitudine alla musica diversa dai suoi compagni.
Questo piccolo progetto solista ha messo in luce le forti differenze musicali tra i vari componenti di FSK molto diversi tra loro ma complementari e in grado di completarsi insieme come hanno dimostrato nel loro album di successo "FSK TRAPSHIT" e la successiva deluxe edition.

trilogia singoli solisti fsk

"Mitra" di Sapobully è stato il primo singolo ad uscire ed ha rispecchiato lo stile già proposto in molti pezzi del collettivo. La base "gotica" di Greg Willen è sfruttata da Sapobully che ci parla di droghe e vita criminale alimentando quel mood gangster tipico di gran parte delle produzione del genere trap.
Il videoclip del singolo è stato realizzato in un garage, si vedono diverse macchine e Sapobully mentre canta tenendo tra le mani soldi e droghe.


"10 Sprite" di Taxi B è stato prodotto da Greg Willen e ha dei suoni inediti che solo Taxi è in grado di riprodurre in Italia ricordando un po' lo stile di 6ix9ine. In "10 Sprite" Taxi B parla dei suoi problemi con le droghe che dice di aver superato in parte, raccontando anche un passato di spaccio. Con il titolo si fa riferimento alla codeina, sciroppo per la tosse, che è usata come droga e viene appunto bevuto assieme alla Sprite. Nella seconda parte della canzone la base cambia trasformandosi in una base tecno in cui Taxi riesce comunque a cantarci il ritornello riadattandolo ad un altro mood.
Il videoclip del singolo è in bianco e nero ed è ricco di effetti visivi soprattutto nella seconda parte del brano. La realizzazione del video è comunque molto elementare come quella del video precedente.



"Crema di buccia", come detto prima, è l'ultimo singolo solista che chiude la trilogia. Questo pezzo si discosta fortemente dal genere e dai contenuti descritti nelle due canzoni precedenti. Chiello esprime una sensibilità maggiore che ci aveva già mostrato in brani come "Acqua Salata" e "Quando tu mi baci". Infatti, a differenza dei due colleghi, "Crema di buccia" non è il primo brano solista di Chiello che ha già realizzato delle canzoni da solo. Il brano è stato prodotto dal solito Greg Willen, produttore che cura praticamente tutte le produzioni di FSK. Chiello canta una sua relazione amorosa finita per cui, probabilmente, sta ancora soffrendo. L'artista esprime un lato melodico molto più evidente rispetto agli altri due membri.
Il videoclip del singolo è un'animazione con protagonista Sora, personaggio principale del famoso videogame "Kingdom Hearts".


venerdì 8 maggio 2020

I primi due singoli del 2020 di Rose Villain, "Bundy" e "Il Diavolo Piange", rivelano due diversi lati dell'artista.

Rose Villain nell'arco di poche settimane pubblica due singoli "Bundy" e "Il Diavolo Piange" mostrandoci due diversi volti dell' artista.

Rose Villain si racconta nei suoi ultimi due singoli mostrandoci il suo enorme talento e anche la sua sensibilità. Dopo alcuni mesi di silenzio musicale l'artista ha rilasciato "Bundy" e "Il Diavolo Piange" in rapida successione quasi a preannunciare un progetto imminente. Tutte le canzoni e i vari prodotti musicali di Rose Villain sono distribuiti in Italia da Machete Empire Record. Ricordiamo inoltre la collaborazione con Salmo nel brano Don Medellin.

rose villain nuovi singoli bundy e il diavolo piange

"Bundy" è un pezzo abbastanza corto che è caratterizzato da una base potente e incredibile prodotta da Young Miles, giovane producer romano classe 2002 che ha collaborato molto con Tha Supreme, e Sixpm. Il testo, anch'esso abbastanza corto, esprime le insicurezze di Rose che però, allo stesso tempo, è cosciente del suo talento nel rappare che considera migliore di altri colleghi maschi. L'artista è in grado di fondere rime in italiano a rime in inglese con una padronanza incredibile delle due lingue in quanto vive ormai da molto tempo negli Stati Uniti a New York.
Il videoclip di "Bundy" è stato registrato su un tetto di un palazzo di New York con i grattacieli sullo sfondo. L'editing è curato dalla stessa Rose che dimostra di tenere ad ogni minimo dettaglio nei suo lavori in cui mette sempre la sua impronta indelebile.


"Il Diavolo Piange" è un brano più pop e romantico in cui Rose Villain racconta il suo amore per un ragazzo, il desiderio di averlo in eterno e di condividere il suo tempo con lui. In questo caso la produzione è affidata a Sixpm che cura tutte le canzoni di Rose Villain.

sabato 25 aprile 2020

"KRIMINAL" è il nuovo singolo di Shablo in collaborazione con Guè Pequeno, Gemitaiz e Samurai Jay.

"KRIMINAL" è il nuovo singolo di Shablo rilasciato su Spotify venerdì 10 Aprile Thaurus, BHMG e Universal Music Italia.

"KRIMINAL" è stato annunciato dal produttore Shablo su Instagram senza svelare inizialmente i nomi dei feat per alimentare le teorie dei fans e per creare maggiore interesse. Qualche giorno dopo lo stesso Shablo ha rivelato, con un altro post Instagram, gli artisti che avrebbero rappato sulla base di "KRIMINAL". Assieme a due veterani come Guè Pequeno e Gemitaiz ha sorpreso il nome di Samurai Jay, emergente di talento della scuderia Thaurus di cui appunto Shablo fa parte. 

Copertina di "KRIMINAL", il nuovo singolo di Shablo.
Copertina di "KRIMINAL", il nuovo singolo di Shablo.

Il beat di Shablo in "KRIMINAL" riprende molto i suoni che vanno in voga in questo periodo, sono evidenti i riferimenti alla musica spagnola con le varie trombe e lo stile fortemente influenzato dal reggaeton
Il ritornello cantato da Guè Pequeno presenta subito il concetto di criminale inteso da Guè che elenca degli esempi dai film celebri "Scarface", "Gomorra" e "Il Padrino".
La prima strofa di Gemitaiz è relativamente corta ed approfondisce il lato amoroso della vita criminale che con il suo fascino cattura molte ragazze, racconta in modo particolare le sue esperienze e le sue relazioni brevi e inconsistenti.
La seconda strofa di Samurai Jay riprende il concetto di criminale descrivendo il lato un po' più "coatto", la poca fiducia nelle persone e le relazioni problematiche.

In questo brano Shablo è riuscito ad unire diversi generi e stili in un'unica traccia. E' evidente la differenza nelle strofe di Gemitaiz e Samurai che appartengono a due generazioni musicali, Gemitaiz presenta argomenti e flow più old-school mentre Samurai rappa con uno stile chiaramente trap.

In realtà, nelle intenzioni originali di Shablo, al posto di Samurai Jay sarebbe dovuto esserci Emis Killa come confermato dal rapper su una storia di Instagram che, però, non ha potuto partecipare al progetto per altri impegni lavorativi. Nonostante tutto Samurai Jay ha dimostrato di saperci fare mostrando una certa maturità nel condividere il microfono con artisti di livello come Guè e Gemitaiz.

Il video ufficiale di "KRIMINAL" disponibile su Youtube è un video ricco di colori, animazioni ed effetti essenziali e necessari in un periodo di quarantena come questo in cui è impossibile organizzare delle riprese. Nonostante ciò il video è molto curato e di ottima qualità adatto anche ai vari canali televisivi di musica.



VOTO 7.5 /10

lunedì 13 aprile 2020

"16 Marzo" è il nuovo singolo di Achille Lauro ed è il risultato di una metamorfosi costante dell'artista.

"16 Marzo" è la nuova canzone di Achille Lauro che presenta un nuovo lato dell'artista mostrando il risultato di una metamorfosi che è durata diversi anni e che lo ha portato dal rap ad un genere inedito, originale e con un target e un grado di apprezzamento molto ampio.

La metamorfosi di Achille Lauro è evidente e si è svolta sotto gli occhi dell'Italia intera in quanto gran parte della sua trasformazione è dovuta alle due partecipazioni a Sanremo dove ha potuto promuovere il suo personaggio ed il suo genere inedito e ricco di riferimenti alla musica del passato.

Achille Lauro nasce come rapper di strada, racconta la vita difficile di periferia che viveva in prima persona, racconta il disagio e i compromessi che molte volte si devono prendere per sopravvivere in contesti del genere. Importante in questa fase è l'album "Ragazzi Madre" che racchiude le esperienze di strada proponendo il concetto di "ragazzo madre", giovani ragazzi costretti a crescere i più piccoli per le strade per la mancanza dei genitori.
"Pour l'amour", il secondo album dell'artista, racconta un Achille ancora legato ai concetti di "Ragazzi madre" ma che esprime attraverso un genere nuovo che definisce lui stesso Samba Trap, come ad esempio in "Thoiry Remix".
Con la prima partecipazione a Sanremo, Achille cambia ancora genere rilanciando un sound rock mantenendo sempre un testo e delle metriche che riportano al rap. "Rolls Royce" e "C'est la vie" diventano dei veri e propri tormentoni che spopolano in Italia portando Achille nelle case di ogni italiano.
La seconda partecipazione di Sanremo ha confermato il nuovo sound di Achille che ha partecipato alla gara con la canzone "Me ne frego", in cui hanno fatto scalpore le performance fuori dagli schemi dell'artista che si è esibito vestendo dei costumi stravaganti.

Copertina di "16 Marzo", il nuovo singolo di Achille Lauro.
Copertina di "16 Marzo", il nuovo singolo di Achille Lauro.

"16 Marzo" è, quindi, il risultato di tutto questo percorso. Achille crede molto in questa canzone paragonandola a "Siamo soli" di Vasco Rossi. Il brano è in collaborazione con Glow Tribe con cui ha già lavorato nella realizzazione di altre tracce presenti negli album precedentemente citati.
"16 Marzo" è un brano che segna definitivamente il distacco dal mondo dell'hip hop proponendo una versione rocker e malinconica di Achille che è in grado di raccontarsi in un modo inedito parlando di amore. Marzo rappresenta la primavera e quindi lo sbocciare di nuovi amori, "16 Marzo" presenta però anche un lato malinconico verso un amore passato ancora forte ma irrealizzabile.
La traccia è molto orecchiabile e rimane in testa, si tratta di una canzone adatta alle radio e ai concerti, molto probabilmente la canzone è stata pensata per i concerti che Achille porterà negli stadi italiani.
Il titolo della canzone "16 Marzo" è la data in cui Achille ha scritto questa canzone che in origine era una lettera verso una ragazza.



VOTO 8.5 /10

sabato 11 aprile 2020

"GENERAZIONE" è il nuovo singolo di PSICOLOGI e rappresenta il desiderio di riscatto delle giovani generazioni.

"GENERAZIONE" è il nuovo singolo di PSICOLOGI disponibile da ieri, 10 Aprile 2020, su tutte le piattaforme di streaming musicale.

Il coronavirus non ferma il progetto musicale di PSICOLOGI che, dopo la pubblicazione di "STO BENE", hanno rilasciato la seconda traccia dal titolo "GENERAZIONE" che anticipa il loro album di esordio che vedrà la luce in un futuro prossimo, probabilmente, abbastanza vicino.

Screenshoot del videogame "PSICOLOGI: Escape From Today".
Screenshoot del videogame "PSICOLOGI: Escape From Today".

Il nuovo singolo è stato annunciato ai fan con un videogame disponibile per PC/MAC, IOS e Android intitolato "PSICOLOGI: Escape From Today" rilasciato il 1° Aprile 2020.
Il videogioco è un arcade di guida molto semplice in cui, durante ogni partita, risuona in sottofondo il nuovo singolo "GENERAZIONE" che è annunciato anche con una schermata improvvisa che compare durante il gioco proponendo il presave su Spotify

Copertina di "GENERAZIONE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.
Copertina di "GENERAZIONE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.

"GENERAZIONE" è prodotta da Frenetik e Orang3 con cui PSICOLOGI hanno già collaborato nel brano "Alessandra"
Nella prima strofa Drast presenta il suo desiderio di ribellione e anticonformismo rispetto ai canoni sociali, vuole vivere una vita diversa dai suoi genitori, una vita ricca di avventure e colpi di scena come quella che sta vivendo grazie alla musica.
Il ritornello cantato dallo stesso Drast esprime la critica verso il mondo degli adulti che è solo in grado di accusare le nuove generazioni identificandole come l'unico vero problema dell'Italia.
La seconda strofa di Lil Kaneki ripropone la critica sociale che in questo caso è rivolta verso le istituzioni e la società più in generale, approfondendo le problematiche dei ragazzi che crescono per strada tra la legalità e l'illegalità.



VOTO 7.5 /10

martedì 7 aprile 2020

"Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza vede la collaborazione dei fratelli Tha Supreme e Mara Sattei.

A sorpresa i due fratelli Tha Supreme e Mara Sattei hanno annunciato sui loro social la loro presenza nel remix della hit "Dilemme" della cantante belga Lous and The Yakuza.

Lous and The Yakuza è una cantante belga ventiduenne di origine congolese che ha raggiunto il successo proprio con il singolo "Dilemme" che ha superato i 9 milioni di streaming su Spotify facendo esplodere la popolarità dell'artista in tutta Europa. Lous si dedica alla musica già in giovane età perché è l'unica via di uscita dalle situazioni problematiche in cui si è ritrovata molte volte durante la sua adolescenza. Aggressioni, problemi di salute e continui trasferimenti hanno portato la giovane belga a vagare senza dimora vivendo anni difficili dedicati interamente alla sua passione: la musica. Ed è proprio di questo che parla nelle sue canzoni portando alla luce ricordi e sensazioni che non la abbandoneranno mai.
Il nome un po' insolito unisce Lous, il nome d'arte, e Yakuza, termine riferito ai manga di cui è appassionata e che racchiude tutti quelli che partecipano attivamente al progetto musicale dell'artista.
Il remix deriva probabilmente da motivi discografici in quanto i due fratelli italiani non hanno nessun rapporto con la cantante belga e non avevano nessun contatto. La casa discografica ha quindi deciso di unire i migliori artisti emergenti per realizzare una traccia che probabilmente può rappresentare un manifesto della musica europea dei prossimi anni. 

Copertina di "Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza feat. Tha Supreme & Mara Sattei.
Copertina di "Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza feat. Tha Supreme & Mara Sattei.

"Dilemme" è una canzone introspettiva in cui Lous approfondisce il suo dilemma più grande: avere una vita sociale o un'esistenza solitaria. Questo dubbio nasce da delusioni amorose che molto spesso sfociano in odio e sfiducia nel prossimo, ma anche da esperienze di vita sgradevoli e dolorose che ha vissuto Lous in prima persona come citato precedentemente. 
La prima strofa e i ritornelli sono cantati in francese da Lous in cui esprime concetti forti di dolore e disprezzo verso chiunque e più in generale rispetto alla vita, racconta la sua tristezza e il suo desiderio di solitudine ed isolamento che vede come unica soluzione ai suoi problemi e ai suoi "dilemme" che dà appunto il titolo a questa traccia.
La seconda strofa è di Tha Supreme, giovane e talentuosa promessa della musica italiana, in cui il rapper racconta le sue delusioni d'amore e i suoi sentimenti per poi concentrarsi sui suoi nemici e su chi cerca di fermare la sua ascesa.
La terza strofa di Mara Sattei ripresenta lo stesso concetto espresso da Lous, utilizzando il paragone tra una partita a tennis e la vita per la quale non puoi chiedere una rivincita se sei stato sconfitto. 


VOTO 8.5 / 10

venerdì 3 aprile 2020

"In Peggio" è il nuovo singolo di Dani Faiv che anticipa il nuovo disco in uscita prossimamente.

"In Peggio" è il nuovo singolo di Dani Faiv in cui l'artista approfondisce il concetto dei leoni da tastiera rappando le diverse critiche che si sente dire tutti i giorni.

Durante la sua carriera Dani Faiv ha mostrato una crescita continua che lo ha portato ad essere un membro fondamentale di Machete. Ha passato diverse fasi nella sua crescita in cui la sua musica ne ha risentito in positivo, ci ha presentato un mood più allegro e leggero in "Fruit Joint" ed un'attitudine più matura in "Machete Mixtape 4" che ha riconfermato in questo nuovo singolo che sembra un recap e un giudizio su un percorso musicale coronato da importanti successi.

Copertina di "In Peggio", il nuovo singolo di Dani Faiv.
Copertina di "In Peggio", il nuovo singolo di Dani Faiv.

"In Peggio" è prodotta da Strage ed è una canzone che approfondisce il tema del successo nel suo lato negativo: gli haters. Il rapper presenta un concetto ormai sulla bocca di tutti: i leoni da tastiera, capaci solo di criticare gli altri servendosi delle nuove tecnologie. Nel ritornello l'artista menziona una delle critiche più ricorrenti fatte ai cantanti: "eri meglio prima", reputando l'evoluzione musicale sempre  negativa. Nelle strofe, invece, Dani celebra il suo successo ringraziando Machete che definisce una famiglia e gli stessi haters che con i loro commenti gli danno visibilità. All'interno della canzone il rapper fa riferimento ad un disco finito di cui è soddisfatto e che definisce al di sopra della media degli altri della scena in quanto è un prodotto originale. 
Dani Faiv, perciò, ci ha annunciato che qualcosa è già pronto e che prossimamente potremo ascoltare il nuovo disco tra cui troveremo anche "In Peggio".

Per il nuovo singolo "In Peggio" è stato reso disponibile il videoclip ufficiale su Youtube. Il video è un esplosione di colori ed effetti, nelle diverse scene possiamo cogliere l'ironia e la leggerezza di "Fruit Joint" che non ha mai abbandonato l'artista. Il video nel suo complesso è abbastanza semplice in quanto è realizzato interamente in green screen ma presenta diversi dettagli che solo un occhio attento può vedere. Il messaggio del brano è ripreso anche nel video mostrando l'artista incappucciato mentre scrive su una tastiera di un vecchio computer che potrebbe rappresentare l'attaccamento al passato e il disprezzo verso le novità che contraddistingue gli haters.



VOTO 7/8 /10

venerdì 27 marzo 2020

"Sport + muscoli RMX" raccoglie big ed emergenti della scena italiana in una traccia "esplosiva".

"Sport + muscoli RMX" vede la collaborazione di Lazza, Paky e Taxi B oltre a Luchè già presente nella traccia originale.

"Sport + muscoli RMX" è il remix di "Sport - I muscoli" nona traccia dell'ultimo album di Marracash: "Persona". Il remix è stato annunciato dal rapper su Instagram appena due giorni fa rivelando solo il giorno successivo i tre feat all'interno. Al momento della rivelazione dei nomi, Lazza, Paky e Taxi B hanno pubblicato sulle storie di Instagram piccoli spezzoni delle loro strofe alimentando l'hype per un remix inatteso e per dei feat inaspettati e sorprendenti.

Marracash ha stupito i suoi ascoltatori chiamando in questo remix dei personaggi che, proprio in questo momento, stanno ottenendo sempre più successo. Molto probabilmente il rapper ha intuito il loro potenziale, ha apprezzato il loro percorso musicale e ha deciso, attraverso il successo di "Persona", di spingere in alto artisti come Paky e Taxi B che, oltre a questo featuring, non avevano ancora usufruito della spinta di un big del rap italiano per la loro ascesa. Ovviamente Lazza era già entrato da tempo nel panorama musicale italiano partecipando attivamente all'interno di Machete nei vari progetti del collettivo e realizzando "Re Mida", album che ha confermato il suo talento indiscusso e il suo diritto ad un posto nella scena.

Copertina di "Sport + muscoli (RMX)" - Marracash feat. Luchè, Lazza, Paky & Taxi B.
Copertina di "Sport + muscoli (RMX)" - Marracash feat. Luchè, Lazza, Paky & Taxi B.

"Sport + muscoli RMX" raccoglie il presente e il futuro del rap italiano portando in unica traccia le diverse attitudini musicali dei cinque rapper che si succedono su una base incredibile, probabilmente la migliore dell'album "Persona", prodotta da Low Kidd e Casanova. 
La canzone inizia con la strofa di Lazza che porta un concentrato di rime e giochi di parole che celebrano il suo successo e la sua ricchezza.
La seconda strofa di Marracash è la stessa contenuta nella versione originale che già conosciamo a memoria come anche il ritornello successivo.
La terza strofa di Paky è molto più cruda e violenta come nello stile del rapper di Rozzano, accenna a quello che ha vissuto e che ha visto nel quartiere riconoscendo e celebrando il successo e i numeri delle sue canzoni che stanno crescendo. 
La quarta strofa di Luchè è quella contenuta nella traccia originale.
La cinque strofa di Taxi B è molto aggressiva, il rapper di FSK entra e rompe la base con il suo tipico timbro musicale "urlato". La strofa molto corta racconta l'invito di Marracash e il suo successo, il ritornello successivo è cantato da Taxi B e chiude la traccia.


VOTO 9/10

lunedì 16 marzo 2020

Il coronavirus non ferma il rap: gli artisti si sfidano su freestyle a tema COVID-19.

I rapper cercano di sensibilizzare i fan invitandoli a restare a casa attraverso una sfida di freestyle a tema coronavirus.

Ormai sono passati diversi giorni dal decreto del governo che ha imposto la quarantena a tutti gli italiani. Conte, in un discorso trasmesso alla televisione, ha parlato agli italiani invitandoli a limitare al minimo gli spostamenti per arginare e fermare il coronavirus che, in poche settimane, ha contagiato molte persone in diverse zone del nord italia dove si sono verificati diversi focolai difficili da contenere.

#coronavirusfreestylechallenge

Emis Killa, da sempre sensibile alle tematiche sociali, ha manifestato il suo sostegno verso le manovre e le regole promosse da Conte esprimendo la fiducia verso gli scienziati e medici italiani che hanno studiato il virus. Perciò ha deciso di iniziare una nuova challenge realizzando un freestyle sul coronavirus e sulla situazione attuale invitando i ragazzi a stare a casa e nominando dei colleghi per scrivere nuove rime su questa tematica allargando il messaggio a sempre più artisti e pubblico.

I rapper che hanno aderito all'iniziativa di sensibilizzazione sono molti e continuano ad aumentare ad ogni nomination. Tra gli artisti che hanno partecipato troviamo rapper affermati come Emis Killa, Salmo, Lazza, Nitro, Izi e altri emergenti come Madame, Anna, Rosa Chemical per citarne alcuni.
Tutti gli artisti hanno proposto uno stile e un mood diverso nei loro freestyle, chi ha cercato di sdrammatizzare con un po' di ironia e chi ha cercato di raccontare un momento così drammatico; però il messaggio di fondo rimane sempre lo stesso: restate a casa per il vostro bene e di chi vi sta intorno.

Qui sotto trovate la playlist con tutti i freestyle su coronavirus realizzati e postati sui social dai rapper della scena italiana.

venerdì 13 marzo 2020

"Gianni Nazionale" è il nuovo singolo di Gianni Bismark che anticipa il nuovo disco "Nati Diversi" in uscita il 27 Marzo.

"Gianni Nazionale" è un'autocelebrazione della consacrazione di Gianni Bismark nel panorama musicale italiano.

Tiziano Menghi, in arte Gianni Bismark, è un rapper originario di Roma del quartiere della Garbatella dove il calcio, in particolare la Roma, è una religione. Gianni infatti è un tifoso romanista sfegatato che ha preso il suo nome dal calciatore Gianni Bismark Guigou Martínez che fu uno ddei protagonisti dell'ultimo scudetto giallorosso.

Copertina di "Gianni Nazionale", il nuovo singolo di Gianni Bismark.
Copertina di "Gianni Nazionale", il nuovo singolo di Gianni Bismark.

In "Gianni Nazionale" i riferimenti calcistici sono molto evidenti. Attraverso la metafora della nazionale di cui dice di fare parte, Gianni si riferisce ai top del rap italiano a cui si è unito con i suoi testi ricchi di tematiche sociali di quartiere e disprezzo verso le istituzioni. Nelle strofe il rapper romano racconta la sua vita sregolata fatta di droghe e alcol derivante dal grande successo e sostegno economico che gli ha portato la sua musica. 

Il video del nuovo singolo "Gianni Nazionale" presenta nuovamente immagini e scene che si ricollegano al calcio, durante il filmato infatti si deve Gianni che, insieme a due amici, sfida altri tre ragazzi a pallone per le strade di Roma. Il rapper, ovviamente, durante tutto il video indossa una tuta della nazionale italiana di calcio riprendendo proprio il concetto principale espresso nella canzone.



"Gianni Nazionale" è il primo estratto dal nuovo album di Gianni Bismark dal titolo "Nati Diversi" che uscirà il 27 Marzo come annunciato dal rapper stesso sul suo profilo Instagram.

VOTO 7.5/10

martedì 10 marzo 2020

"baby" di Madame esprime un nuovo concetto di femminilità.

"baby" è il nuovo singolo di Madame rilasciato venerdì 28 Febbraio su Spotify.

"baby" è un pezzo molto pop dell'artista femmina col maggior potenziale nella scena hip hop italiana. Francesca Galeano, in arte Madame, è una rapper classe 2002 che già dallo scorso anno si è fatta conoscere con canzoni che hanno riscosso molto successo tra cui "17" e "Schiccherie" che contano, attualmente, oltre 8 milioni di stream su Spotify. Dopo il successo iniziale, Madame ha avuto l'onore e l'opportunità di collaborare con personaggi importanti nel rap italiano partecipando a "Persona" di Marracash, "CLASH AGAIN" di Ensi e "Mattoni" di Night Skinny

Copertina di "baby", il nuovo singolo di Madame.
Copertina di "baby", il nuovo singolo di Madame.

"baby" presenta un nuovo stile musicale di Madame, molto più pop e adatto ad un mercato radiofonico dimostrando di potersi adattare alle mode e alle tendenze del momento sfruttando il mercato discografico moderno. Infatti, a differenza del suo ultimo singolo "LA PROMESSA DELL'ANNO", le sonorità e il testo di "baby" sono molto più dolci e leggeri e perciò adatti al mondo radiofonico.
Nonostante tutto, i versi di Madame sono tutt'altro che banali e superficiali. L'artista non rinuncia a raccontare un esperienza ed un vissuto, in questo caso in ambito amoroso, raccontandosi nei suoi pregi e difetti.
La canzone inizia con un primo ritornello di Madame in cui l'artista risponde alle domande insistenti di un ragazzo insicuro che ha paura di essere abbandonato, facendo intuire che il suo comportamento la sta allontanando da lui. 
La prima strofa riprende nuovamente le insicurezze del ragazzo e il disagio di Madame che termina la serata senza un bacio decidendo di lasciare una sigaretta con l'impronta del rossetto fuori casa in modo che lui si ricordi di lei.
La seconda strofa, invece, presenta le insicurezze e il disagio dell'artista nel vestire i panni di una donna in tacchi e minigonna. Nonostante questo, l'artista ci fa intuire che il secondo appuntamento si è concluso bene, con il ragazzo che non ha più fatto domande e con la sigaretta senza più il filo di rossetto.
La canzone presenta, quindi, l'inizio di una storia d'amore che sboccia tra i difetti della coppia. Madame esprime un nuovo concetto di femminilità che non appartiene più allo stereotipo della donna in tacchi e minigonna, ma esprime la sua sensualità in questo atteggiamento del farsi desiderare attraverso il rossetto sulla sigaretta.



VOTO 7/8 / 10

sabato 7 marzo 2020

"Nuova Registrazione 527" è il nuovo singolo di Mara Sattei.

"Nuova Registrazione 527" è la nuova canzone rilasciata da Mara Sattei e disponibile sulle piattaforme di streaming musicale.

Mara Sattei è un'artista emergente nel panorama musicale italiano, la voce e lo stile inconfondibile le hanno messo di raggiungere grandi numeri sui social e sulle piattaforme musicali. Parte del suo successo è dovuta anche al fratello Davide Mattei, in arte Tha Supreme, che, con le sue produzioni eccezionali e il suo nome in forte tendenza, ha spinto in alto la sorella. 
Il nome d'arte, Mara Sattei, deriva dall'inversione delle iniziali del vero nome della cantante: Sara Mattei

Copertina di "Nuova Registrazione 527", il nuovo singolo di Mara Sattei.
Copertina di "Nuova Registrazione 527" di Mara Sattei.

"Nuova Registrazione 527" è il terzo singolo ufficiale dell'artista dopo "Nuova Registrazione 326" (oltre 5 milioni su Spotify) e "Nuova Registrazione 402" (oltre 3 milioni su Spotify"), tutte prodotte dal fratello Tha Supreme.
"Nuova Registrazione 527" è un viaggio nel ricordo, ricco di metafore e di significati nascosti dietro ad immagini che l'artista propone in successione come in un flusso di pensieri. Il testo, a tratti poetico, ripropone il ricordo di una vecchia relazione e gli effetti del tempo su di essa e sulla vita più in generale.

Il videoclip di "Nuova Registrazione 527" è ambientato nel deserto, in cui il tempo sembra non passare mai e la solitudine e l'abbandono sono i protagonisti. Il video è di elevata qualità, pensato per un pubblico ampio e adatto alla televisione, il concept e l'ottima fattura del filmato confermano il potenziale dell'artista su cui Sony Music Italia punta molto.



VOTO 7/10

mercoledì 4 marzo 2020

"STO BENE" è il nuovo singolo di PSICOLOGI.

"STO BENE" è la nuova canzone di PSICOLOGI disponibile su Spotify.

PSICOLOGI continuano a dimostrare il loro grande talento rilasciando un nuovo singolo dal titolo "STO BENE" in cui Drast e Lil Kaneki raccontano le loro storie d'amore che hanno portato felicità e benessere nella loro vita. 
La canzone è molto diversa dalle precedenti in quanto l'amore è descritto in positivo mettendo in risalto la felicità e il miglioramento personale che comporta nei due artisti. In "Vestiti D'Odio" con Tredici Pietro e "PsycoSide" con Side, PSICOLOGI avevano raccontato la sofferenza e il dolore causato da storie d'amore sbagliate e tormentate.

Copertina "STO BENE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.
Copertina "STO BENE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.

"STO BENE" è prodotta da DADE e rappresenta un mood spensierato e allegro in cui si uniscono sonorità rap e pop. Nella prima strofa, Drast racconta del suo amore per la sua ragazza, parla del suo viaggio a Parigi con lei, dei suoi pregi e difetti. La strofa si chiude con: "Ti ho preso anche un nuovo paio di scarpe / Sappi che non mi piacciono neanche", dimostrando di fare qualunque cosa per renderla felice. Il ritornello, chiaramente pop, di Drast esprime nuovamente di stare bene grazie a lei. Nella seconda strofa, Lil Kaneki parla della propria ragazza sottolineando quanto sia importante per lui e quando lo renda migliore rispetto alle ex.

Il videoclip ufficiale di "STO BENE" è un video molto semplice in cui i due artisti si riprendono in un parchetto assieme agli amici, durante il video si alternano diversi effetti che riprendono quelli presenti sulle storie di Instagram.



VOTO 7.5/10

sabato 29 febbraio 2020

"Snitch E Impicci" è il nuovo singolo di Drefgold in collaborazione con FSK SATELLITE.

Drefgold ha rilasciato "Snitch E Impicci" su Spotify in collaborazione con FSK SATELLITE a 10 mesi dall'ultima pubblicazione del rapper bolognese.

Drefgold rompe il silenzio artistico durato quasi un anno con un pezzo che rappresenta un'importante collaborazione con il trio FSK SATELLITE composto da Chiello, Taxi B e Sapobully che, nell'ultimo anno, ha avuto un'ascesa incredibile raccogliendo un enorme consenso certificato dagli ottimi numeri raggiunti su Spotify.

Copertina di "Snitch E Impicci", il nuovo singolo di Drefgold e FSK SATELLITE.

"Snitch E Impicci" è un pezzo puramente trap che riprende due stili diversi all'interno di una stessa canzone. 
La prima parte della traccia presenta un beat, un flow e delle sonorità che si rifanno allo stile spensierato e allegro di Drefgold, Chiello canta il ritornello orecchiabile in cui parla della propria gang e dei soldi come fanno Dref e Taxi B nelle loro relative strofe in cui l'ascesa al successo è descritta con marche di moda, droghe e soldi.
Questa parte viene interrotta da Taxi B che urla "FSKNGL" unendo così il nome del trio FSK a KNGL (Kanaglia) che è il nome della gang di Drefgold.
La seconda parte presenta un beat molto più potente e aggressivo che riprende lo stile e le sonorità di FSK. Sapobully e Drefgold realizzano un'ultima strofa in cui si intrecciano le loro voci citando nuovamente droghe e marche di lusso. 
I contenuti sono poveri e superficiali infatti, come in ogni traccia trap, l'artista punta nel raggiungere sonorità innovative mettendo in secondo piano il lato comunicativo del pezzo.
Nonostante tutto ci sono molti termini e immagini che, ad un primo ascolto, sembrano senza senso ma che in realtà riprendono concetti americani. "4L" citato più volte nelle canzoni significa "for real" che in inglese è "per davvero", un modo per dire che ciò che stanno raccontando è reale. Mentre "snitch", presente anche nel titolo della traccia, è un termine inglese che significa traditore, spia.

VOTO 8/10

mercoledì 5 febbraio 2020

Festival di Sanremo 2020: Achille Lauro in gara con "Me ne frego", il significato della canzone e della sua performance.

Achille Lauro crea un forte scandalo legato alla sua performance sul palco di Sanremo in occasione della sua esibizione del singolo "Me ne frego" in gara nel Festival.

Achille Lauro è alla seconda partecipazione al Festival di Sanremo, dopo l'edizione del 2019 in cui si era presentato con la canzone "Rolls Royce" che aveva causato un forte clamore mediatico per i contenuti e lo stile musicale ed estetico del rapper. Le molte critiche e il grande pubblico raggiunto hanno incrementato il successo di Achille che ha deciso di ripresentarsi al Festival e di far parlare nuovamente di sé attraverso una performance che rispecchia il carattere eccentrico e provocante. 

Il rapper si è presentato sul palco indossando una lunga tunica nera con ricami in oro, appena iniziata la canzone si è spogliato dell'abito ed ha cantato tutto il brano in una tutina color carne che copriva molto poco del suo corpo. 
Sui social Achille Lauro ha svelato il significato di tale abbigliamento paragonandosi a San Francesco che si libera di ogni suo bene materiale. In realtà, molto probabilmente, il gesto dell'artista è solo marketing, un modo per far parlare di sé oltre alla musica e per creare scandalo quasi prendendosi gioco di giornalisti e di tutte le persone che si sono sentite offese da questa performance. Tra gli altri, il politico Denis Nesci ha criticato fortemente il rapper per l'esempio dato ai bambini che seguono da casa il Festival puntando anche il dito contro Amadeus che ha permesso la partecipazione alla gara ad Achille Lauro e a Junior Cally, accusato in queste settimane di realizzare testi che istigano alla violenza contro le donne.

Achille Lauro si spoglia durante nell'esibizione sul palco dell'Ariston.
Achille Lauro si spoglia durante nell'esibizione sul palco dell'Ariston.

Tutte queste discussioni, però, hanno messo in secondo piano la cosa più importante ovvero la canzone. "Me ne frego" racconta una storia d'amore tossica, fatta di bugie e di passione, di dolore e di fascino, di repulsione e di attrazione. Con questo brano Achille Lauro esprime il suo menefreghismo nei confronti delle conseguenze di questa relazione d'amore che non vuole troncare, un po' lo stesso concetto che possiamo intuire dalla sua performance volutamente scandalosa. A livello musicale il singolo riprende molto lo stile rock eclettico e alternativo di "Rolls Royce" che aveva ottenuto un gran successo proprio sul palco dell'Ariston
Nella classifica finale della prima serata, Achille Lauro si è posizionato nono sui dodici cantanti presentati probabilmente penalizzato dallo scandalo creato e dalla canzone che presenta poche novità rispetto a quella presentata l'anno precedente.

Qui sotto l'esibizione di Achille Lauro al Festival di Sanremo 2020.

                                                

Festival di Sanremo 2020: Anastasio si presenta alla gara dei big con la canzone "Rosso di rabbia".

Anastasio ha presentato sul palco dell'Ariston la canzone "Rosso di rabbia" che è in gara per la settantesima edizione del Festival di Sanremo.

Anastasio è entrato ufficialmente tra i grandi artisti italiani e internazionali che hanno avuto l'onore di esibirsi su uno dei palchi più prestigiosi e importanti della musica italiana: l'Ariston, su cui hanno cantato le leggende intramontabili della cultura popolare nazionale e mondiale.

"Rosso di rabbia" è una canzone personale in cui il giovane rapper esprime il suo disagio, si paragona ad una bomba ad orologeria pronta ad esplodere dalla rabbia. Il ritornello sembra una richiesta di aiuto perché l'artista è consapevole di non riuscire a contenersi. Nelle strofe Anastasio cita la paura e il terrorismo che sono delle conseguenze di questa rabbia, però ribadisce che le sue armi sono le parole, infatti riesce ad esprime il suo stato d'animo tormentato attraverso la musica negando ogni forma di violenza.

Anastasio durante la sua esibizione sul palco dell'Ariston.
Anastasio durante la sua esibizione sul palco dell'Ariston.

La canzone alterna strofe rap tecnicamente elaborate ad un ritornello molto più semplice, riconoscibile e con tendenze rock che risultano essere più adatte ad un contesto come il Festival di Sanremo in cui il rap fa ancora molta fatica ad essere apprezzato anche perché i maggiori interpreti di tale genere preferiscono non presentarsi all'Ariston, ad esempio Salmo, invitato come ospite, ha rifiutato di esibirsi. Anastasio si posiziona ottavo al termine della prima serata riconfermando le difficoltà nel genere in questo ambiente, dopotutto il rap nasce per strada e non ha le caratteristiche e i contenuti adatti ad un Festival così seguito e con una tradizione ferma ancora agli stereotipi musicali passati.
Qui sotto trovare il Videoclip ufficiale di "Rosso di rabbia" di Anastasio.
                                                     

domenica 2 febbraio 2020

Tutte le trattative dell'A.C. Milan nel mercato di Gennaio.

Tutte le trattative, in entrata e in uscita, che hanno interessato l'A.C. Milan, cifre e statistiche del mercato rossonero.

USCITE

BORINI Ceduto a titolo definitivo all'Hellas Verona con cui ha firmato un contratto di sei mesi con la possibilità di prolungarlo in caso Borini voglia continuare la sua esperienza nella squadra veneta.

SUSO Ceduto in prestito di 18 mesi al Siviglia con diritto di riscatto a 21 milioni che diventa obbligatorio con la qualificazione in Champions della squadra spagnola.

PIATEK Ceduto a titolo definitivo all'Hertha Berlino per 27 milioni.

CALDARA Ceduto in prestito di 18 mesi all'Atalanta con diritto di riscatto a 15 milioni.

REINA Ceduto in prestito all'Aston Villa fino a fine stagione. 

RODRIGUEZ Ceduto in prestito secco oneroso a 1 milione di euro fino a fine stagione al PSV.

Piatek nella presentazione ufficiale all'Hertha Berlino.
Piatek alla presentazione ufficiale all'Hertha Berlino.

ENTRATE

IBRAHIMOVIC Ha firmato un contratto da svincolato con il Milan di cui ho parlato qui. 

KJAER Acquistato in prestito fino a fine stagione dal Siviglia con diritto di riscatto.

LAXALT Ritornato dal prestito al Torino dopo il colpo Robinson saltato all'ultimo minuto di mercato.

BEGOVIC Acquistato a titolo temporaneo fino a fine stagione dall'AFC Bournemouth.

SAELEMAEKERS Acquistato in prestito oneroso a 3.5 milioni con obbligo a 3.5 milioni più bonus dall'Anderlecht per un totale di quasi 8 milioni.

Saelemaekers, l'ultimo acquisto del mercato invernale rossonero.
Saelemaekers, l'ultimo acquisto del mercato invernale rossonero.

MONTE INGAGGI (le cifre si riferiscono all'ingaggio netto annuale)

CESSIONI 2.5 Borini 3 Suso 1.8 Piatek 2.2 Caldara 3.5 Reina 2.1 Rodriguez

ACQUISTI 7 Ibrahimovic 1.2 Kjaer  1.7 Laxalt 1 Begovic  Saelemaekers (non ancora rivelato)

TOTALE 4.2 Milioni annui risparmiati nel monte ingaggi senza considerare l'ingaggio del ultimo arrivato Saelemaekers che probabilmente non prenderà uno stipendio eccessivo.

INCASSO
27 Milioni per Piatek e 21 potenziali per Suso entrano nelle casse rossonere,, con l'unico costo rappresentato dagli 8 milioni spesi per il talento belga Saelemaekers.

Si tratta, secondo me, di un mercato intelligente organizzato per mantenere i costi e cercare di preparare un calciomercato estivo più dispendioso, dando in mano a Pioli una squadra un po' più esperta rispetto alla precedente con l'esperienza di Ibrahimovic, Kjaer e Begovic.


giovedì 30 gennaio 2020

"Il Nostro Niente" è il nuovo singolo solista di Danien.

"Il Nostro Niente" è l'espressione del disagio interiore di Danien.

Danien è diventato famoso assieme al suo collega e caro amico Theo con cui ha condiviso, praticamente, tutta la sua carriera musicale anche prima del rap quando i due facevano parte di una band metal con cui hanno realizzato un tour in America ottenendo molto successo.
Dopo un disco assieme, Danien e Theo hanno deciso di lanciare due progetti solisti paralleli che sono partiti con il rilascio di un singolo a testa, Danien infatti ha pubblicato "Edera" mentre Theo si è raccontato in "$ad Viciøus".

Copertina "Il Nostro Niente", il nuovo singolo di Danien.
Copertina "Il Nostro Niente", il nuovo singolo di Danien.

Continuando su questa strada Danien ha rilasciato un secondo singolo solista dal titolo "Il Nostro Niente" prodotta da lui stesso.
Il testo di questa canzone è molto profondo e personale, Danien esprime il suo forte disagio interiore dovuto alla paura di amare e di morire senza lasciare il segno. Racconta le sue sensazioni e i suoi sentimenti riguardo l'amore, la vita. Si paragona ad un demone e racconta molti sintomi legati alla depressione, descrive il suo cuore freddo, il desiderio di dormire tutto il giorno e i problemi con la droga
Sullo sfondo di questo disagio è descritta una storia d'amore che, probabilmente, finirà e lascerà nuovamente l'artista con il cuore in pezzi e con un nuovo malessere. Le due barre che, secondo me, descrivono maggiormente il disagio psicologico di Danien sono: "E' difficile spiegarti cosa vuol dire / Sentirsi soli in mezzo alle persone"; queste due rime esprimono un forte malessere interiore che l'artista trasforma in isolamento e solitudine.

Danien, Theo, Jack Out, Alvis e Plant sono artisti molto legati tra loro come ci mostrano sui loro social, passano molto tempo insieme e hanno iniziato a collaborare anche a livello musicale definendosi la scena emo-rap italiana riprendendo lo stile americano di Lil Peep che ha spopolato in questi ultimi anni nella patria del rap.

mercoledì 22 gennaio 2020

"Boss" è il nuovo singolo di Paky, un racconto della vita criminale di periferia.

"Boss" è il nuovo singolo di Paky uscito oggi, 22 Gennaio 2020, su tutte le piattaforme di streaming musicale.

In pochi mesi Paky si è fatto conoscere molto bene grazie alla sua costante pubblicazione di nuove canzoni che identificano il suo stile, il suo vissuto e il suo lato artistico. Da perfetto sconosciuto con un paio di singoli pesanti dal punto di vista tematico ha rilanciato il suo nome sul web ottenendo sempre più sostegno e supporto raggiungendo 15 milioni di streaming su Spotify dalle sole tre canzoni disponibili prima di "Boss", ovvero "Rozzi", "Tuta Black" feat. Shiva e "Non Scherzare".

Copertina di "Boss", il nuovo singolo di Paky.
Copertina di "Boss", il nuovo singolo di Paky.

"Boss", come le tre tracce precedenti, è stata prodotta da Kermit che ha ricreato un'atmosfera cupa e dura con dei bassi potenti accompagnati da batterie, piatti e effetti che ricordano quasi le sirene forse per ricordare l'ambiente pericoloso e criminale delle periferie descritte da Paky.
Come negli altri brani, il talento di Rozzano ha deciso di raccontarci il suo vissuto e le sue esperienze legate alla vita di strada. Si racconta come un ragazzo freddo e insensibile paragonandosi ad un boss mafioso. Rivendica il desiderio di prendersi tutto per non morire senza niente come è nato. Canta la crudeltà della vita criminale che gli ha fatto vivere esperienze spiacevoli che lo hanno reso l'uomo violento e pericoloso che è ora. In particolare descrive un cadavere sfigurato dai colpi di pistola che è diventato irriconoscibile pure per la madre. 


venerdì 17 gennaio 2020

Notizie e aggiornamenti sul calciomercato del Milan.

Il Milan abbandona momentaneamente il progetto dei giovani e si affida all'esperienza di giocatori come Ibrahimovic.

Kjaer, che ha esordito in Coppa Italia contro la Spal, è uno dei nuovi arrivi dal mercato di Gennaio che ha visto un inversione di tendenza rispetto al progetto dei giovani voluto dalla società. Infatti oltre al trentenne danese, è arrivato anche Ibrahimovic di cui ho parlato in un articolo a lui dedicato.
Un altro giocatore ingaggiato è stato il portiere Begovic che prenderà il posto di Reina, trasferitosi all'Aston Villa, come secondo di Donnarumma.

Maldini e Boban stanno, inoltre, lavorando molto sul fronte uscite riscendo a piazzare Caldara all'Atalanta, nell'operazione che ha portato Kjaer in rossonero, e Borini al Verona. Inoltre é stato ceduto Rodriguez al Fenerbhace perché scavalcato nelle gerarchie da Theo Hernandez che sta facendo benissimo.

Per quanto riguarda Suso, l'esterno spagnolo sembra aver chiesto la cessione alla dirigenza rossonera che è disposta a farlo partire per una somma non inferiore a 20 milioni, tra le possibili destinazioni ci sono Spagna e Inghilterra.

Un altro calciatore in uscita è Biglia che è fuori dal progetto tecnico di Pioli che quindi lo ritiene cedibile, per ora ne ancora nessuna offerta ma l'agente del giocatore si è già mosso per trovare una possibile destinazione per il suo cliente.

Piatek e Paquetà dati molte volte in partenza dovrebbero rimanere al Milan almeno fino a giugno. Si parla ancora di trattative per uno scambio con l'Inter tra Kessiè-Vecino e con la Roma tra Calhanoglu-Under ma, in questo caso, si tratta solo di voci di mercato che non sono ancora decollate.

Kjaer e Begovic nella conferenza di presentazione.
Kjaer e Begovic nella conferenza di presentazione.