Visualizzazione post con etichetta recensione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta recensione. Mostra tutti i post

mercoledì 29 luglio 2020

Rick Flame e Pips ci presentano il loro nuovo singolo "Tellonym" disponibile su Spotify.

Abbiamo intervistato Rick Flame e Pips, due giovani artisti con la passione e il sogno di vivere con la musica, che ci hanno parlato del loro nuovo singolo "Tellonym" disponibile su Spotify


Rick Flame e Pips sono due ragazzi classe '97, amici da una vita e con la passione per il rap che coltivano da diversi anni, prima come ascoltatori e adesso come cantanti.

Abbiamo sottoposto i due artisti a qualche domanda per capirne di più riguardo "Tellonym", il loro primo pezzo insieme, e per conoscere meglio la loro musica.

Che cos'è "Tellonym"? E perché avete scelto questo titolo?
Pips ci chiarisce subito il significato del titolo: "Tellonym è un'applicazione in cui puoi scrivere in anonimato ad una persona come una volta si faceva su Ask. Io personalmente non uso Tellonym, perché ho una certa età, ma il titolo è stato scelto perché, come si sente nel ritornello, a "noi" puoi chiedere di tutto come se fossi in anonimo perché possiamo fare di tutto per te", riferendosi non per forza ad un'ipotetica ragazza.
Rick ci precisa che: "Il  titolo parla di incomprensioni d'amore e Tellonym mi sembrava appunto una parola chiave per descrivere la parte buona e comprensiva che ha portato l'inizio del rapporto che spesso è oscurata e rimane anonima. Quando ti trovi a ricevere domande dalla diretta interessata si possono dare risposte sbagliate dovute in parte all'imbarazzo o all'orgoglio. Invece, le stesse domande, se fatte in forma anonima, possono risultare più soddisfacenti."

Copertina di "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame feat. Pips.
Copertina di "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame feat. Pips.

Come è nato questo singolo e qual è il suo significato?
"Il singolo è nato quasi automaticamente. Io e Rick Flame ci conosciamo e ascoltiamo rap ormai da diversi anni e, dopo qualche pezzo solista che potete trovare su Soundcloud, abbiamo deciso di fare qualcosa insieme". Pips continua spiegandoci l'intento della canzone: "E' stata pensata inizialmente come una canzone estiva e abbastanza leggera che legasse i nostri due diversi stili di scrittura, Rick punta più su un concetto love mentre io preferisco un classico discorso hip hop di rivalsa e differenziazione dagli altri." 
Rick Flame, poi, ci ha descritto il significato e il legame personale che ha per lui questa canzone: "Nella mia strofa, come ho già detto prima, parlo d’incomprensioni d’amore che ho cercato di risolvere mettendoci tutto me stesso, l’errore è nato da me perché ho avuto dei problemi personali/familiari che mi hanno in qualche modo quasi obbligato a mettere da parte questo mio sentimento, poi ci sarebbero altre mille cose da dire però mi limito a questo, fatto sta che sono dispiaciuto; secondo me l’amore, quello vero, ha sempre la forza di perdonare, almeno certi tipi d'errore."

A chi vi ispirate nella scrittura delle rime o, più in generale, nella vostra musica?
Rick Flame ci ha rivelato di ispirarsi, in particolare, ai vecchi della scuola hip hop italiana: "Io prendo ispirazione da tutto e da tutti, è giusto ascoltare più roba possibile per riuscire a trovare una scrittura più ricercata. Ovviamente noi siamo cresciuti ascoltando rap, quello vero, ti parlo di gente del calibro di Fabri Fibra, Club Dogo, Marracash e moltissimi altri."
Pips ci confida che la sua ispirazione non deriva solo dalla musica ma anche da un'altra sua grande passione: il cinema. "Traggo ispirazione da qualsiasi cosa, sicuramente da altri rapper/cantanti che mi piacciono, ma anche dai film che guardo, dalle persone che mi circondano e da quello che mi capita ogni giorno. Cerco di restare "real" e di raccontare quello che provo e vivo, anche se non trovo sbagliato "romanzare" le proprie liriche, alla fine la musica è intrattenimento".

Con chi, della scena rap italiana, sognate di collaborare?
Rick Flame ci confessa di non essersi mai fatto questa domanda e ci chiarisce, rimanendo coi piedi per terra, l'obiettivo della sua musica, che potete ascoltare anche sul suo profilo Soundcloud: "L’obiettivo che mi sono posto per il momento è quello di dare un mio timbro nella zona e crescere sempre di più, spero di fare del mio meglio e che la gente possa riconoscere il mio amore per questo genere anche se qui da noi non va molto, spero di cambiare le cose, farò di tutto." Pips, invece, ci racconta che il suo featuring dei sogni è con Gué essendo cresciuto con la musica dei Dogo e Marra; della "nuova scuola" collaborerebbe con Izi e Tedua che, a suo parere, sono i migliori della nuova generazione. Infine, Pips ci ha annunciato dei progetti che potremo ascoltare in futuro: "Ti posso già spoilerare che tra non molto uscirà qualcosa insieme ad un altro rapper a me molto vicino e anche con altri che devono ancora fare il loro "debutto". Finalmente anche nella nostra fossa di nebbia e zanzare sta iniziando a muoversi qualcosa."


Ritornando a parlare del nuovo singolo, "Tellonym" è prodotto da Mr. Brik & Enix Heartless che realizzano una base leggera dai suoni estivi che Rick Flame e Pips sfruttano al massimo raccontandoci di incomprensioni amorose come descritto ampiamente nella loro intervista. Il pezzo funziona ed è molto orecchiabile,  le linee melodiche raggiunte nel ritornello sono di ottima qualità e permettono di memorizzarlo rapidamente. In conclusione, si tratta di un progetto molto interessante che, come ci ha detto Pips, speriamo sia il primo di una lunga serie.

Non ci resta che invitarvi ad ascoltare "Tellonym", il nuovo singolo di Rick Flame in collaborazione con Pips.


lunedì 27 luglio 2020

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK SATELLITE.

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK SATELLITE rilasciato il 24 Luglio su Spotify.

"SETTIMANA AL CALDO" è il nuovo singolo di FSK che li rivede riuniti in questa traccia prodotta da Greg Willen, producer che ha collaborato dagli inizi con il trio formato da Chiello, Taxi B e Sapobully portandoli alla fama grazie anche alle sue basi di altissima qualità che giocano con suoni inediti nella scena italiana e che sembrano cuciti su misura per gli FSK.
Dopo una parentesi solista dei tre componenti con la pubblicazione di una trilogia di singoli, FSK ritorna con "SETTIMANA AL CALDO" che rispecchia lo stile dei pezzi precedenti che ha avuto tanto successo in questo ultimo anno.

Copertina di "SETTIMANA AL CALDO", il nuovo singolo di FSK.
Copertina di "SETTIMANA AL CALDO", il nuovo singolo di FSK.

In questo pezzo Taxi B, Chiello e Sapobully ci parlano di soldi, armi e droga ripetendo molte volte le stesse frasi che però ogni componente adatta al suo stile facendo emergere la diversità dei tre artisti: Taxi B predilige l'"urlato", Sapo utilizza uno stile legato alla trap tradizionale americana ricca di doppie e Chiello punta di più sulle armonie e sulle sonorità. In sostanza il contenuto del testo è praticamente inesistente ma è una scelta voluta dal collettivo per promuove delle nuove sonorità e per dare spazio alla base di Greg Willen che è veramente un capolavoro che possiamo apprezzare al massimo nell'outro dove viene lasciato respirare il beat. Su Instagram si sono viste diverse critiche sul testo monotematico e povero a cui ha risposto Greg classificando questa musica come un genere punk che, perciò, va fuori dagli schemi tradizionali esprimendo una maggiore libertà a livello di struttura e di sonorità.

Nel videoclip del singolo disponibile su Youtube vediamo Chiello, Taxi B e Sapobully assieme a Greg Willen in una villa mentre maneggiano un arma, sorseggiano lean, la droga diventata famosissima in un tutto il mondo grazie alla trap, e fumano. Il video risulta frenetico grazie ai numerosi tagli e ai cambi di scena repentini che vogliono simulare gli effetti delle droghe.



giovedì 23 luglio 2020

"Beretta" è il nuovo singolo di Massimo Pericolo.

"Beretta" è il nuovo singolo di Massimo Pericolo pubblicato il 17 Luglio su Spotify.

Per la promozione del nuovo brano Massimo Pericolo ha pianificato un'iniziativa originale lasciando sulle macchine di Zona Navigli un facsimile di una multa (vedi sotto) che tra le tante citazioni e riferimenti all'artista e alla sua musica conteneva un QR Code che permetteva il pre-save della nuova canzone di Massimo. 

Facsimile della multa di Massimo Pericolo.

"Beretta" è stata prodotta da Crookers, produttore che ha collaborato in molte tracce con Massimo Pericolo tra cui la hit che lo ha lanciato al successo "7 Miliardi" di cui, tra l'altro, si fa riferimento nel costo della multa sopra riportata. I suoni della base ricordano le sirene della polizia che possiamo anche vedere sul videoclip ufficiale di Youtube. In questo pezzo Massimo Pericolo fa riferimento a diverse armi e che, nonostante ne parli, non ha mai avuto bisogno di sparare per fare soldi. L'artista si riferisce poi a qualche suo nemico, magari collega, che si meriterebbe una pallottola
Descrive anche il suo talento musicale che gli permette di essere una "...popstar come Madonna..." e "...trap come la mafia...", riferendosi alla sua duttilità musicale che abbiamo potuto notare nella collaborazione con Mahmood in "Moonlight popolare". L'artista, infatti, è in grado di trattare diversi temi di denuncia sociale, parlando del sistema penitenziario, dello spaccio e della vita di strada utilizzando stili diversi, uno più pop ed un altro puramente rap dove il linguaggio diventa evidentemente più crudo e diretto.

Copertina di "Beretta", il nuovo singolo di Massimo Pericolo.
Copertina di "Beretta", il nuovo singolo di Massimo Pericolo.

Il videoclip di "Beretta" disponibile su Youtube vede Massimo Pericolo travestito da poliziotto che gira col la volante della polizia con sulla fiancata l'adesivo "pericolo". Si tratta di un video ironico che mira a prendere in giro le forze dell'ordine; sotto questo sfottò, però, si cela un messaggio più profondo infatti si vede in una scena anche un riferimento alla morte di George Floyd che ha creato forti disordini in America contro i poliziotti e i loro modi violenti di gestire le situazioni. In alcune scene si nota anche Massimo indossare una maschera di Social Boom diventato virale su Youtube per repostare storie Instagram di personaggi famosi creando gossip inesistenti solo per gonfiare i propri numeri, molto spesso è stato insultato dai vip per approfittarsi della fama altrui per arricchirsi raccontando solo falsità.



La Beretta, perciò, rappresenta una metafora che racchiude diversi concetti come la violenza e rappresenta una critica verso le forze dell'ordine e chi si arricchisce attraverso la violenza, infatti Massimo non ha mai avuto bisogno di sparare per raggiungere i suoi obiettivi.

mercoledì 22 luglio 2020

"Gemelli" è il nuovo disco di Ernia: pop e rap per descrivere l'amore, l'apatia e la falsità dei colleghi.

"Gemelli" è l'ultimo progetto rilasciato da Ernia ormai più di un mese fa. Si tratta del suo secondo album e, come dichiarato da Ernia, sarebbe dovuto uscire i primi di Aprile ma, a causa del coronavirus, il suo rilascio è stato posticipato fino al 19 Giugno. Anche la strategia di marketing e promozione del disco ha subito delle variazioni con l'album che è stato pubblicato senza essere anticipato dall'uscita di nessun singolo e con la tracklist svelata appena due giorni prima il rilascio.
Il disco è composto da 12 tracce molto diverse tra loro che appartengono a diversi sottogeneri del rap rendendo questo album un progetto completo e adatto ad ogni amante delle rime e degli incastri. Come detto in precedenza possiamo quindi ritrovare diversi mood e stili che però rimangono coerenti con la tipologia di rap che Ernia ha delineato nei precedenti anni di attività. Il disco ha una durata complessiva di 39 minuti e contiene diverse collaborazioni importanti con colossi del rap italiano come Fabri Fibra e giovani promesse come Shiva e Madame.

Copertina di "Gemelli", il nuovo disco di Ernia.
Copertina di "Gemelli", il nuovo disco di Ernia.

VIVO
In questa prima traccia Ernia ci racconta il suo passato e tutte le disavventure che ha vissuto. Nonostante queste difficoltà l'artista ci descrive il suo sentirsi "vivo" dal punto di vista emotivo, di non essersi fatto sconfiggere dai problemi. Possiamo interpretare questa canzone come un inno alla rivalsa e alla speranza.

SUPERCLASSICO
SUPERCLASSICO è il pezzo pop dell'album scritto per le radio. La canzone racconta diverse fasi di una relazione divise nelle tre strofe: il primo incontro, l'innamoramento e l'inizio della relazione, la rottura. Questa traccia ha ottenuto un enorme successo grazie alle sue sonorità raggiungendo i 10 milioni su Spotify, in occasione del incredibile risultato ottenuto è stato realizzato il videoclip ufficiale disponibile su Youtube che potete trovare qua sotto.



PURO SINALOA FEAT. RKOMI, LAZZA & TEDUA 
Questa canzone è un omaggio a "Puro Bogotà" dei Club Dogo. Viene ripresa la celebre base di Don Joe dove i quattro rapper ripropongono molte citazioni e riferimenti ai Club Dogo mantenendo il mood e la struttura della canzone originale. Ernia ha voluto onorare questo classico del rap italiano per ricordarlo e per farlo conoscere ai più giovani che lo ascoltano. Difatti, nelle prime settimane di uscita di "Gemelli", "Puro Bogotà" era rientrato in classifica FIMI Italia.

MORTO DENTRO
"MORTO DENTRO" descrive una parte di Ernia che è esattamente l'opposto di "VIVO", racconta la freddezza dell'animo dell'artista dovuta alle tante ragazze interessate solo ai soldi e alla sua fama che lo rendono diffidente e insensibile. Da menzionare la base incredibile realizzata da Sick Luke che utilizza delle chitarre che rendono l'atmosfera malinconica.

NON ME NE FREGA UN CAZZO FEAT. FABRI FIBRA
Questa canzone riprende nuovamente il tema dell'indifferenza emotiva che, in questo caso, approfondisce con uno stile rap tradizionale rimanendo superficiale con un tono aggressivo e allo stesso tempo ironico.

FERMA A GUARDARE
Si tratta di un pezzo pop che, prima della stesura di Superclassico, doveva essere il brano da radio. Infatti è una canzone orecchiabile e semplice realizzata con qualche batteria, la chitarra e la voce. Ovviamente la traccia è di argomento amoroso. Si tratta della prima canzone scritta da Ernia appartenente a "Gemelli".

MERYXSEMPRE FEAT. SHIVA
Il titolo della canzone riprende il film "Mery per Sempre" del 1989 che raccontava la storia di professore che cerca di motivare i ragazzi del carcere minorile di Palermo. Ernia ci racconta il suo passato e la sua gioventù che però non esalta come certi rapper ma definisce come riferimento per una crescita e una maturazione personale. L'artista ha dichiarato che questo è il suo pezzo preferito dell'album ed è probabilmente la sua miglior canzone.

La tracklist di "Gemelli".
La tracklist di "Gemelli".

U2
U2 è una traccia più leggera e superficiale in cui Ernia si paragona a Bono degli U2 anche se l'artista ha dichiarato di non essere un fan della band e di aver fatto questo riferimento solo per puro divertimento e per alludere al suo aspetto fisico.

PENSAVO DI UCCIDERTI FEAT. LUCHE
Questa traccia di amicizie finite e di rancori nei confronti dell'ex-amico. In particolare Ernia si riferisce ad un amico che, quando aveva 17 anni, ci aveva provato con la ragazza del rapper. Mentre Luché sembra riferirsi ad Ntò con cui ha iniziato a rappare e con cui ha rotto i rapporti nel 2012.

CIGNI
CIGNI è stato definito da Ernia il gemello diverso di NON ME NE FREGA UN CAZZO in quanto approfondisce gli stessi temi di apatia nei confronti della vita ma con toni più introspettivi e intimi nel testo e nelle stesse sonorità.

FUORILUOGO FEAT. MADAME
Questa canzone parla del sentirsi diversi dagli altri e del nascondere la propria persona dietro a maschere e ipocrisie. Probabilmente questo è il featuring più azzeccato in quanto Madame riesce perfettamente a rendere e riproporre il concetto espresso da Ernia dimostrando grandi abilità comunicative e di scrittura.

BUGIE
In quest'ultima canzone Ernia ci descrive le molte bugie dette dalle persone, dagli amici che mentono per fare brutto ai rapper che ci continuano a raccontare delle falsità solo per gonfiare il loro percorso artistico. 

"Gemelli" è un progetto completo che riprende diversi temi spaziando dal pop al rap e rappresentando uno dei dischi più validi di questo 2020. Ernia decide di raccontarsi nelle sue fragilità e nei suoi momenti difficili di questo ultimo anno dicendoci le sue verità senza nascondersi o affogare i propri sentimenti nelle classiche metafore del rap italiano.

sabato 11 aprile 2020

"GENERAZIONE" è il nuovo singolo di PSICOLOGI e rappresenta il desiderio di riscatto delle giovani generazioni.

"GENERAZIONE" è il nuovo singolo di PSICOLOGI disponibile da ieri, 10 Aprile 2020, su tutte le piattaforme di streaming musicale.

Il coronavirus non ferma il progetto musicale di PSICOLOGI che, dopo la pubblicazione di "STO BENE", hanno rilasciato la seconda traccia dal titolo "GENERAZIONE" che anticipa il loro album di esordio che vedrà la luce in un futuro prossimo, probabilmente, abbastanza vicino.

Screenshoot del videogame "PSICOLOGI: Escape From Today".
Screenshoot del videogame "PSICOLOGI: Escape From Today".

Il nuovo singolo è stato annunciato ai fan con un videogame disponibile per PC/MAC, IOS e Android intitolato "PSICOLOGI: Escape From Today" rilasciato il 1° Aprile 2020.
Il videogioco è un arcade di guida molto semplice in cui, durante ogni partita, risuona in sottofondo il nuovo singolo "GENERAZIONE" che è annunciato anche con una schermata improvvisa che compare durante il gioco proponendo il presave su Spotify

Copertina di "GENERAZIONE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.
Copertina di "GENERAZIONE", il nuovo singolo di PSICOLOGI.

"GENERAZIONE" è prodotta da Frenetik e Orang3 con cui PSICOLOGI hanno già collaborato nel brano "Alessandra"
Nella prima strofa Drast presenta il suo desiderio di ribellione e anticonformismo rispetto ai canoni sociali, vuole vivere una vita diversa dai suoi genitori, una vita ricca di avventure e colpi di scena come quella che sta vivendo grazie alla musica.
Il ritornello cantato dallo stesso Drast esprime la critica verso il mondo degli adulti che è solo in grado di accusare le nuove generazioni identificandole come l'unico vero problema dell'Italia.
La seconda strofa di Lil Kaneki ripropone la critica sociale che in questo caso è rivolta verso le istituzioni e la società più in generale, approfondendo le problematiche dei ragazzi che crescono per strada tra la legalità e l'illegalità.



VOTO 7.5 /10

martedì 7 aprile 2020

"Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza vede la collaborazione dei fratelli Tha Supreme e Mara Sattei.

A sorpresa i due fratelli Tha Supreme e Mara Sattei hanno annunciato sui loro social la loro presenza nel remix della hit "Dilemme" della cantante belga Lous and The Yakuza.

Lous and The Yakuza è una cantante belga ventiduenne di origine congolese che ha raggiunto il successo proprio con il singolo "Dilemme" che ha superato i 9 milioni di streaming su Spotify facendo esplodere la popolarità dell'artista in tutta Europa. Lous si dedica alla musica già in giovane età perché è l'unica via di uscita dalle situazioni problematiche in cui si è ritrovata molte volte durante la sua adolescenza. Aggressioni, problemi di salute e continui trasferimenti hanno portato la giovane belga a vagare senza dimora vivendo anni difficili dedicati interamente alla sua passione: la musica. Ed è proprio di questo che parla nelle sue canzoni portando alla luce ricordi e sensazioni che non la abbandoneranno mai.
Il nome un po' insolito unisce Lous, il nome d'arte, e Yakuza, termine riferito ai manga di cui è appassionata e che racchiude tutti quelli che partecipano attivamente al progetto musicale dell'artista.
Il remix deriva probabilmente da motivi discografici in quanto i due fratelli italiani non hanno nessun rapporto con la cantante belga e non avevano nessun contatto. La casa discografica ha quindi deciso di unire i migliori artisti emergenti per realizzare una traccia che probabilmente può rappresentare un manifesto della musica europea dei prossimi anni. 

Copertina di "Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza feat. Tha Supreme & Mara Sattei.
Copertina di "Dilemme (Remix)" di Lous and The Yakuza feat. Tha Supreme & Mara Sattei.

"Dilemme" è una canzone introspettiva in cui Lous approfondisce il suo dilemma più grande: avere una vita sociale o un'esistenza solitaria. Questo dubbio nasce da delusioni amorose che molto spesso sfociano in odio e sfiducia nel prossimo, ma anche da esperienze di vita sgradevoli e dolorose che ha vissuto Lous in prima persona come citato precedentemente. 
La prima strofa e i ritornelli sono cantati in francese da Lous in cui esprime concetti forti di dolore e disprezzo verso chiunque e più in generale rispetto alla vita, racconta la sua tristezza e il suo desiderio di solitudine ed isolamento che vede come unica soluzione ai suoi problemi e ai suoi "dilemme" che dà appunto il titolo a questa traccia.
La seconda strofa è di Tha Supreme, giovane e talentuosa promessa della musica italiana, in cui il rapper racconta le sue delusioni d'amore e i suoi sentimenti per poi concentrarsi sui suoi nemici e su chi cerca di fermare la sua ascesa.
La terza strofa di Mara Sattei ripresenta lo stesso concetto espresso da Lous, utilizzando il paragone tra una partita a tennis e la vita per la quale non puoi chiedere una rivincita se sei stato sconfitto. 


VOTO 8.5 / 10

venerdì 27 marzo 2020

"Sport + muscoli RMX" raccoglie big ed emergenti della scena italiana in una traccia "esplosiva".

"Sport + muscoli RMX" vede la collaborazione di Lazza, Paky e Taxi B oltre a Luchè già presente nella traccia originale.

"Sport + muscoli RMX" è il remix di "Sport - I muscoli" nona traccia dell'ultimo album di Marracash: "Persona". Il remix è stato annunciato dal rapper su Instagram appena due giorni fa rivelando solo il giorno successivo i tre feat all'interno. Al momento della rivelazione dei nomi, Lazza, Paky e Taxi B hanno pubblicato sulle storie di Instagram piccoli spezzoni delle loro strofe alimentando l'hype per un remix inatteso e per dei feat inaspettati e sorprendenti.

Marracash ha stupito i suoi ascoltatori chiamando in questo remix dei personaggi che, proprio in questo momento, stanno ottenendo sempre più successo. Molto probabilmente il rapper ha intuito il loro potenziale, ha apprezzato il loro percorso musicale e ha deciso, attraverso il successo di "Persona", di spingere in alto artisti come Paky e Taxi B che, oltre a questo featuring, non avevano ancora usufruito della spinta di un big del rap italiano per la loro ascesa. Ovviamente Lazza era già entrato da tempo nel panorama musicale italiano partecipando attivamente all'interno di Machete nei vari progetti del collettivo e realizzando "Re Mida", album che ha confermato il suo talento indiscusso e il suo diritto ad un posto nella scena.

Copertina di "Sport + muscoli (RMX)" - Marracash feat. Luchè, Lazza, Paky & Taxi B.
Copertina di "Sport + muscoli (RMX)" - Marracash feat. Luchè, Lazza, Paky & Taxi B.

"Sport + muscoli RMX" raccoglie il presente e il futuro del rap italiano portando in unica traccia le diverse attitudini musicali dei cinque rapper che si succedono su una base incredibile, probabilmente la migliore dell'album "Persona", prodotta da Low Kidd e Casanova. 
La canzone inizia con la strofa di Lazza che porta un concentrato di rime e giochi di parole che celebrano il suo successo e la sua ricchezza.
La seconda strofa di Marracash è la stessa contenuta nella versione originale che già conosciamo a memoria come anche il ritornello successivo.
La terza strofa di Paky è molto più cruda e violenta come nello stile del rapper di Rozzano, accenna a quello che ha vissuto e che ha visto nel quartiere riconoscendo e celebrando il successo e i numeri delle sue canzoni che stanno crescendo. 
La quarta strofa di Luchè è quella contenuta nella traccia originale.
La cinque strofa di Taxi B è molto aggressiva, il rapper di FSK entra e rompe la base con il suo tipico timbro musicale "urlato". La strofa molto corta racconta l'invito di Marracash e il suo successo, il ritornello successivo è cantato da Taxi B e chiude la traccia.


VOTO 9/10

martedì 24 marzo 2020

"Gaia" è il nuovo singolo di Leon Faun, il fantasy rapper italiano.

"Gaia" è il primo singolo del 2020 di Leon Faun che continua la sua ascesa pubblicando una nuova canzone che segue il format delle tracce precedenti.

Leon Faun è un rapper classe 2001 che sta ponendo le basi per una rivoluzione musicale. Infatti, il giovane artista ha introdotto e creato un nuovo genere musicale mescolando il rap al mondo fantasy di film come Harry Potter. Leon Faun utilizza le rime e le metriche hip hop per raccontare di un mondo astratto chiamato Mairon, creato da lui stesso e che fa molti riferimenti al genere fantasy citando film e libri che hanno fatto la storia del genere di fantasia. Il suo mondo si costruisce canzone dopo canzone grazie alle sue rime, armonie e incastri melodici che presenta in ogni traccia.
Leon Faun ha iniziato a farsi conoscere con il singolo "Cioccorane" (rane di cioccolato presenti nel film Harry Potter) per poi esplodere con "Oh Cacchio" che ha spopolato su Youtube e su Spotify ottenendo milioni di riproduzioni. 

Copertina di "Gaia", il nuovo singolo di Leon Faun.
Copertina di "Gaia", il nuovo singolo di Leon Faun.

"Gaia" è prodotta da Duffy, grande amico d'infanzia di Leon Faun, e riprende nuovamente il concept del fantasy rap. Gaia rappresenta Gea, la divinità della terra che l'artista invoca durante tutta la canzone. Nelle strofe Leon descrive questo luogo immaginario chiamato Mairon in cui riesce a cogliere le "good vibes" che gli permettono di scrivere e produrre queste canzoni, questo mondo rappresenta anche un luogo sicuro in cui dimenticare i problemi reali. Nel brano vengono citati due film fantasy molto famosi come Narnia e I Pirati dei Caraibi.

Il videoclip ufficiale di "Gaia" è stato realizzato da thaevil che cura da sempre i video dell'artista e rispecchia i contenuti della canzone. L'artista è ritratto all'aperto circondato da mobili in una zona non ben identificata in cui accadono eventi surreali come gli oggetti che fluttuano. Questi dettagli sono realizzati nel tentativo di rappresentare il mondo immaginario di Mairon descritto nelle rime di Leon Faun.



Leon Faun è, sicuramente, l'emergente più interessante per originalità nei contenuti e nell'approccio alla musica che è vista come un racconto fantasy dominato dalla creatività.

VOTO 8.5/10

venerdì 13 marzo 2020

"Gianni Nazionale" è il nuovo singolo di Gianni Bismark che anticipa il nuovo disco "Nati Diversi" in uscita il 27 Marzo.

"Gianni Nazionale" è un'autocelebrazione della consacrazione di Gianni Bismark nel panorama musicale italiano.

Tiziano Menghi, in arte Gianni Bismark, è un rapper originario di Roma del quartiere della Garbatella dove il calcio, in particolare la Roma, è una religione. Gianni infatti è un tifoso romanista sfegatato che ha preso il suo nome dal calciatore Gianni Bismark Guigou Martínez che fu uno ddei protagonisti dell'ultimo scudetto giallorosso.

Copertina di "Gianni Nazionale", il nuovo singolo di Gianni Bismark.
Copertina di "Gianni Nazionale", il nuovo singolo di Gianni Bismark.

In "Gianni Nazionale" i riferimenti calcistici sono molto evidenti. Attraverso la metafora della nazionale di cui dice di fare parte, Gianni si riferisce ai top del rap italiano a cui si è unito con i suoi testi ricchi di tematiche sociali di quartiere e disprezzo verso le istituzioni. Nelle strofe il rapper romano racconta la sua vita sregolata fatta di droghe e alcol derivante dal grande successo e sostegno economico che gli ha portato la sua musica. 

Il video del nuovo singolo "Gianni Nazionale" presenta nuovamente immagini e scene che si ricollegano al calcio, durante il filmato infatti si deve Gianni che, insieme a due amici, sfida altri tre ragazzi a pallone per le strade di Roma. Il rapper, ovviamente, durante tutto il video indossa una tuta della nazionale italiana di calcio riprendendo proprio il concetto principale espresso nella canzone.



"Gianni Nazionale" è il primo estratto dal nuovo album di Gianni Bismark dal titolo "Nati Diversi" che uscirà il 27 Marzo come annunciato dal rapper stesso sul suo profilo Instagram.

VOTO 7.5/10

martedì 10 marzo 2020

"baby" di Madame esprime un nuovo concetto di femminilità.

"baby" è il nuovo singolo di Madame rilasciato venerdì 28 Febbraio su Spotify.

"baby" è un pezzo molto pop dell'artista femmina col maggior potenziale nella scena hip hop italiana. Francesca Galeano, in arte Madame, è una rapper classe 2002 che già dallo scorso anno si è fatta conoscere con canzoni che hanno riscosso molto successo tra cui "17" e "Schiccherie" che contano, attualmente, oltre 8 milioni di stream su Spotify. Dopo il successo iniziale, Madame ha avuto l'onore e l'opportunità di collaborare con personaggi importanti nel rap italiano partecipando a "Persona" di Marracash, "CLASH AGAIN" di Ensi e "Mattoni" di Night Skinny

Copertina di "baby", il nuovo singolo di Madame.
Copertina di "baby", il nuovo singolo di Madame.

"baby" presenta un nuovo stile musicale di Madame, molto più pop e adatto ad un mercato radiofonico dimostrando di potersi adattare alle mode e alle tendenze del momento sfruttando il mercato discografico moderno. Infatti, a differenza del suo ultimo singolo "LA PROMESSA DELL'ANNO", le sonorità e il testo di "baby" sono molto più dolci e leggeri e perciò adatti al mondo radiofonico.
Nonostante tutto, i versi di Madame sono tutt'altro che banali e superficiali. L'artista non rinuncia a raccontare un esperienza ed un vissuto, in questo caso in ambito amoroso, raccontandosi nei suoi pregi e difetti.
La canzone inizia con un primo ritornello di Madame in cui l'artista risponde alle domande insistenti di un ragazzo insicuro che ha paura di essere abbandonato, facendo intuire che il suo comportamento la sta allontanando da lui. 
La prima strofa riprende nuovamente le insicurezze del ragazzo e il disagio di Madame che termina la serata senza un bacio decidendo di lasciare una sigaretta con l'impronta del rossetto fuori casa in modo che lui si ricordi di lei.
La seconda strofa, invece, presenta le insicurezze e il disagio dell'artista nel vestire i panni di una donna in tacchi e minigonna. Nonostante questo, l'artista ci fa intuire che il secondo appuntamento si è concluso bene, con il ragazzo che non ha più fatto domande e con la sigaretta senza più il filo di rossetto.
La canzone presenta, quindi, l'inizio di una storia d'amore che sboccia tra i difetti della coppia. Madame esprime un nuovo concetto di femminilità che non appartiene più allo stereotipo della donna in tacchi e minigonna, ma esprime la sua sensualità in questo atteggiamento del farsi desiderare attraverso il rossetto sulla sigaretta.



VOTO 7/8 / 10

sabato 29 febbraio 2020

"Snitch E Impicci" è il nuovo singolo di Drefgold in collaborazione con FSK SATELLITE.

Drefgold ha rilasciato "Snitch E Impicci" su Spotify in collaborazione con FSK SATELLITE a 10 mesi dall'ultima pubblicazione del rapper bolognese.

Drefgold rompe il silenzio artistico durato quasi un anno con un pezzo che rappresenta un'importante collaborazione con il trio FSK SATELLITE composto da Chiello, Taxi B e Sapobully che, nell'ultimo anno, ha avuto un'ascesa incredibile raccogliendo un enorme consenso certificato dagli ottimi numeri raggiunti su Spotify.

Copertina di "Snitch E Impicci", il nuovo singolo di Drefgold e FSK SATELLITE.

"Snitch E Impicci" è un pezzo puramente trap che riprende due stili diversi all'interno di una stessa canzone. 
La prima parte della traccia presenta un beat, un flow e delle sonorità che si rifanno allo stile spensierato e allegro di Drefgold, Chiello canta il ritornello orecchiabile in cui parla della propria gang e dei soldi come fanno Dref e Taxi B nelle loro relative strofe in cui l'ascesa al successo è descritta con marche di moda, droghe e soldi.
Questa parte viene interrotta da Taxi B che urla "FSKNGL" unendo così il nome del trio FSK a KNGL (Kanaglia) che è il nome della gang di Drefgold.
La seconda parte presenta un beat molto più potente e aggressivo che riprende lo stile e le sonorità di FSK. Sapobully e Drefgold realizzano un'ultima strofa in cui si intrecciano le loro voci citando nuovamente droghe e marche di lusso. 
I contenuti sono poveri e superficiali infatti, come in ogni traccia trap, l'artista punta nel raggiungere sonorità innovative mettendo in secondo piano il lato comunicativo del pezzo.
Nonostante tutto ci sono molti termini e immagini che, ad un primo ascolto, sembrano senza senso ma che in realtà riprendono concetti americani. "4L" citato più volte nelle canzoni significa "for real" che in inglese è "per davvero", un modo per dire che ciò che stanno raccontando è reale. Mentre "snitch", presente anche nel titolo della traccia, è un termine inglese che significa traditore, spia.

VOTO 8/10

mercoledì 26 febbraio 2020

"SADLIFE" è il nuovo singolo di Theø e Plant: le tendenze emo riprendono lo stile musicale di Lil Peep.

"SADLIFE" è il nuovo singolo di Theø e Plant disponibile da questa notte su Spotify.

I due artisti riconfermano la tendenza emo/punk che si ispira all'artista americano Lil Peep che nei pochi anni di carriera ha rivoluzionato e introdotto uno stile ed un vero e proprio genere musicale originale e innovativo. Per conoscere la storia di Lil Peep potete passare qui.
Perciò, prendendo spunto dallo stile musicale del rapper nato in Pennsylvania, Theø, Plant e i loro colleghi/amici tra cui Danien (recensione "Il Nostro Niente") stanno proponendo delle canzone con un mood cupo e contenuti che prediligono la depressione e l'uso di droghe.

Copertina di SADLIFE, il nuovo singolo di Theø e Plant.
Copertina di SADLIFE, il nuovo singolo di Theø e Plant.

"SADLIFE", infatti, è una traccia in cui il dolore e la depressione sono i contenuti dominanti, i due rapper si raccontano nelle loro fragilità e debolezze che sono causate principalmente da relazioni finite. Plant e Theø descrivono la loro sofferenza dovuta al cuore spezzato da una ragazza, ci sono molti riferimenti all'uso di droghe e alla depressione che, ai loro occhi, sono le uniche soluzioni per alleviare tale dolore. La produzione di Danien ricorda molto un rock alternativo come nelle canzoni di Lil Peep.

Per pubblicizzare questo singolo i due artisti hanno deciso di attuare una strategia che si discosta dai soliti canoni musicali, infatti è stato pubblicato prima il videoclip della canzone e dopo qualche giorno è stata rilasciata la traccia su Spotify probabilmente perché puntavano molto su un video che, a livello di riprese, è di ottima qualità. Il video presenta molti effetti speciali, è un susseguirsi di scene molto movimentate e caotiche che riprendono una festa ed è stato diretto da Tommy Antonini che cura da sempre questo lato dei lavori di KVLTO, l'etichetta indipendente di Danien e Theø.

venerdì 21 febbraio 2020

"CHE IO MI AIUTI" di Bresh è il manifesto di una società senza eroi.

"CHE IO MI AIUTI" è l'album di debutto di Bresh, artista genovese tra i più promettenti nel panorama hip hop italiano per contenuti e liriche.

"CHE IO MI AIUTI" presenta un Bresh maturo e pronto per conquistare un posto importante nella scena hip hop italiana dove si è affacciato per molte volte senza imporsi come ha fatto con questo primo disco che racconta un vissuto, l'amore per la propria città e per la vita di mare che contraddistingue Genova. L'album è una riflessione profonda su concetti importanti e contemporanei come l'assenza di eroi e di miti genuini a cui ispirarsi nella crescita personale. Il progetto musicale di Bresh si compone di 10 tracce, dalla durata complessiva di 30 minuti, in cui troviamo collaborazioni con amici con cui il rapper genovese ha condiviso una vita: Rkomi, Tedua, Izi e Vaz Tè.

Copertina di "CHE IO MI AIUTI", l'album di debutto di Bresh.
Copertina di "CHE IO MI AIUTI", l'album di debutto di Bresh.

SCOOTER - INTRO

L'intro dell'album esprime subito il desiderio del rapper di ottenere il successo tanto sperato. Si definisce il boss della sua vita probabilmente intendendo di essere l'unico capo di se stesso, cioè ciò che fa è per sua decisione e non ha intenzione di farsi comandare quando raggiungerà il successo che merita.

OBLO' feat. Rkomi

In OBLO' troviamo la prima metafora legata al mondo acquatico a cui Bresh è affezionato. "Il peso dell'oceano su un'oblò" è la metafora di un ragazzo di quartiere che sorregge su di sé la pressione di un mondo che tenta in tutti i modi di schiacciarlo proprio come fa l'oceano su un piccolo oblò. Nonostante tutto può essere vista come una metafora ricca di speranza in quanto, malgrado le forti tensioni, l'oblò ha comunque la forza per non rompersi e farsi dominare dall'oceano. Un'immagine positiva per chi, come lui, ha vissuto momenti difficili nella vita.

RABBIA DISTILLATA

Bresh racconta uno stato d'animo agitato in cui l'odio lo divora e l'unico desiderio che sente è quello di isolamento. Descrive delle giornate cupe in cui l'umore nero vince l'artista, probabilmente tali sensazioni e stati d'animo derivano dalla tecnologia e dalla nuova società social che lo infastidisce e che rovina i rapporti veri tra le persone.

PARA' feat. Tedua

PARA' esprime un'altra metafora che riassume il concetto della canzone. Per PARA' si intende la brigata dei paracadutisti della "Folgore". Besh, infatti, dice di insegnare a cadere piano come i paracadutisti, metafora che rappresenta il desiderio di insegnare alle persone ad accettare i propri errori e le proprie sconfitte, ad imparare ad accettarle per non rendere tale caduta troppo dolorosa proprio come fanno i paracadutisti.

CHE IO MI AIUTI

In questa traccia Bresh ripropone una storia di mare raccontando di questo pirata che aveva una nave ricolma di oro, nonostante questo l'equipaggio era affamato e le scorte di cibo erano esaurite così il pirata decise di mangiare un lingotto, fece un bagno e affogò per il peso dell'oro ingerito. E' chiaramente una metafora che interessa la società contemporanea, è una forte critica all'avidità e al continuo desiderio di accumulo che ormai muove il mondo. Tutti i soldi, però, risultano inutili alla fine come lo era l'oro per il pirata. In questo caso l'artista esprime un concetto opposto alle tendenze rap del momento che fanno dell'auto-celebrazione e dei soldi il contenuto principale. Il titolo della traccia riporta anche al concetto fondamentale dell'album ovvero l'assenza di un eroe o di un mito che lo possa aiutare nella sua crescita infatti l'unico che può aiutarlo è lui stesso.

GIRANO feat. IZI

In GIRANO, Bresh esprime nuovamente il suo rifiuto verso la tecnologia e le conseguenze che ha avuto sulla società. Racconta anche i suoi dubbi interiori, il desiderio di farsi conoscere attraverso la propria musica rimanendo sempre lo stesso di sempre senza farsi piegare dalle realtà discografiche.

NO PROBLEM

NO PROBLEM rappresenta l'essenza di Bresh, il suo lato sincero che lo spingere e a "vomitare" fuori la verità e il suo pensiero che, probabilmente, si oppone alle idee di chi gli sta intorno. Ci sono nuovamente molti riferimenti al mondo social che l'artista disprezza profondamente.


SKIT

Bresh ripropone il suo conflitto interiore, vorrebbe raggiungere la fama, stare in tv e comprare una cabrio, ma allo stesso tempo sta lottando quotidianamente per rimanere autentico e per non diventare come gli altri.

TEAM feat. Vaz Tè

Questa traccia racconta la vita quotidiana di alcuni amici che vivono insieme. Bresh, infatti, vive da diversi anni con i suoi amici tra cui Vaz Tè. I due raccontano la loro vita in quella casa in cui convivono e in cui sono stati accolti tanti amici. Con "team", quindi, vogliono esprime il concetto di famiglia, di comunione e di amicizia.

NO HEROES - OUTRO

L'album si chiude con questa traccia che esprime chiaramente il concetto che domina il progetto artistico del rapper genovese. Gli eroi di oggi raccontati dalla Marvel sono surreali e non potranno mai esistere, i miti dell'antica Grecia che ispiravano i cittadini non esistono più. Perciò ogni individuo della nostra società si ritrova a non avere un esempio e un modello da seguire, è abbandonato e quindi cresce senza seguire dei binari, senza dei valori sani.

"CHE IO MI AIUTI" è un progetto incredibile di un artista che ha molto da dire e che spero vivamente che venga ascoltato. Il desiderio di rimanere se stessi, di rimanere umili e di rispettare le propri origini e propri amici sono dei valori importanti in cui Bresh crede fortemente e che si sente in dovere di comunicare ai suoi ascoltatori.


giovedì 30 gennaio 2020

"Il Nostro Niente" è il nuovo singolo solista di Danien.

"Il Nostro Niente" è l'espressione del disagio interiore di Danien.

Danien è diventato famoso assieme al suo collega e caro amico Theo con cui ha condiviso, praticamente, tutta la sua carriera musicale anche prima del rap quando i due facevano parte di una band metal con cui hanno realizzato un tour in America ottenendo molto successo.
Dopo un disco assieme, Danien e Theo hanno deciso di lanciare due progetti solisti paralleli che sono partiti con il rilascio di un singolo a testa, Danien infatti ha pubblicato "Edera" mentre Theo si è raccontato in "$ad Viciøus".

Copertina "Il Nostro Niente", il nuovo singolo di Danien.
Copertina "Il Nostro Niente", il nuovo singolo di Danien.

Continuando su questa strada Danien ha rilasciato un secondo singolo solista dal titolo "Il Nostro Niente" prodotta da lui stesso.
Il testo di questa canzone è molto profondo e personale, Danien esprime il suo forte disagio interiore dovuto alla paura di amare e di morire senza lasciare il segno. Racconta le sue sensazioni e i suoi sentimenti riguardo l'amore, la vita. Si paragona ad un demone e racconta molti sintomi legati alla depressione, descrive il suo cuore freddo, il desiderio di dormire tutto il giorno e i problemi con la droga
Sullo sfondo di questo disagio è descritta una storia d'amore che, probabilmente, finirà e lascerà nuovamente l'artista con il cuore in pezzi e con un nuovo malessere. Le due barre che, secondo me, descrivono maggiormente il disagio psicologico di Danien sono: "E' difficile spiegarti cosa vuol dire / Sentirsi soli in mezzo alle persone"; queste due rime esprimono un forte malessere interiore che l'artista trasforma in isolamento e solitudine.

Danien, Theo, Jack Out, Alvis e Plant sono artisti molto legati tra loro come ci mostrano sui loro social, passano molto tempo insieme e hanno iniziato a collaborare anche a livello musicale definendosi la scena emo-rap italiana riprendendo lo stile americano di Lil Peep che ha spopolato in questi ultimi anni nella patria del rap.

sabato 25 gennaio 2020

"Calmo" è il nuovo singolo di Shiva feat. Tha Supreme che anticipa l'EP "Routine".

Shiva ha rilasciato una nuova traccia intitolata "Calmo" che vanta la collaborazione di Tha Supreme e anticipa il nuovo EP "Routine".

Shiva ha deciso di cavalcare l'onda del successo di Tha Supreme e di pubblicare un nuovo singolo in collaborazione con il giovane talento romano che sta spopolando in Italia dominando ogni settimana le classifiche musicali con il suo ultimo album "23 6451"
Shiva si riconferma uno dei personaggi più promettenti e furbi nel panorama rap moderno infatti riesce a gestire con costanza le pubblicazioni dei propri singoli cercando di mantenere sempre di moda il suo e nome e garantendo sempre al pubblico un elaborato musicale al passo coi tempi e con le tendenze.

Copertina di "Routine", l'EP di Shiva in uscita il 31 Gennaio 2020.
Copertina di "Routine", l'EP di Shiva in uscita il 31 Gennaio 2020.

"Calmo", pubblicato il 23 Gennaio 2020, si trova già alla prima posizione nella classifica Top 50 Italia di Spotify totalizzando quasi 2 milioni di riproduzioni in soli 2 giorni; numeri incredibili per due ragazzi giovanissimi che sperimentano un genere nuovo e molto diverso dalla vecchia scena rap. 
Il nuovo singolo è prodotto dallo stesso Tha Supreme che, difatti, nasce come producer musicale. 
La canzone inizia con la prima strofa di Shiva che introduce il tema della fama paragonata ad una donna che ti ammazza, parla del suo passato nel quartiere manifestando il suo profondo attaccamento alla terra in cui è cresciuto e che, metaforicamente, dice di portarsi in tasca.
Il ritornello è realizzato da Tha Supreme che utilizza i suoi classici flow che utilizzano molto le vocali lunghe, in questa parte il rapper romano descrive la sua incapacità nel rimanere calmo di fronte al successo incredibile che sta raggiungendo e che lo spinge a dare di più perchè questo non finisca. 
La strofa di Tha Supreme è molto breve e riprende i temi di Shiva puntando principalmente sulla musicalità rispetto ai contenuti. 
Dopo un secondo ritornello di Tha Supreme, la canzone si chiude con un outro di Shiva in cui riprende in parte i versi del collega.

"Calmo" è un primo assaggio dell'EP "Routine" di Shiva che uscirà il 31 Gennaio 2020 sulle maggiori piattaforme musicali.

mercoledì 22 gennaio 2020

"Boss" è il nuovo singolo di Paky, un racconto della vita criminale di periferia.

"Boss" è il nuovo singolo di Paky uscito oggi, 22 Gennaio 2020, su tutte le piattaforme di streaming musicale.

In pochi mesi Paky si è fatto conoscere molto bene grazie alla sua costante pubblicazione di nuove canzoni che identificano il suo stile, il suo vissuto e il suo lato artistico. Da perfetto sconosciuto con un paio di singoli pesanti dal punto di vista tematico ha rilanciato il suo nome sul web ottenendo sempre più sostegno e supporto raggiungendo 15 milioni di streaming su Spotify dalle sole tre canzoni disponibili prima di "Boss", ovvero "Rozzi", "Tuta Black" feat. Shiva e "Non Scherzare".

Copertina di "Boss", il nuovo singolo di Paky.
Copertina di "Boss", il nuovo singolo di Paky.

"Boss", come le tre tracce precedenti, è stata prodotta da Kermit che ha ricreato un'atmosfera cupa e dura con dei bassi potenti accompagnati da batterie, piatti e effetti che ricordano quasi le sirene forse per ricordare l'ambiente pericoloso e criminale delle periferie descritte da Paky.
Come negli altri brani, il talento di Rozzano ha deciso di raccontarci il suo vissuto e le sue esperienze legate alla vita di strada. Si racconta come un ragazzo freddo e insensibile paragonandosi ad un boss mafioso. Rivendica il desiderio di prendersi tutto per non morire senza niente come è nato. Canta la crudeltà della vita criminale che gli ha fatto vivere esperienze spiacevoli che lo hanno reso l'uomo violento e pericoloso che è ora. In particolare descrive un cadavere sfigurato dai colpi di pistola che è diventato irriconoscibile pure per la madre. 


martedì 14 gennaio 2020

"NIENTE" è il nuovo singolo di Giaime in collaborazione con Pyrex della Dark Polo Gang.

"NIENTE" è il primo estratto dall'EP "Mula EP" che verrà pubblicato nel 2020 come annunciato dallo stesso Giaime su Instagram.

Giaime è un rapper di origini abruzzesi che è da molto che scrive e rappa. Infatti, nonostante la sua giovane età, ha già pubblicato diversi progetti musicali più o meno famosi. In realtà è da un paio di anni che Giaime, assieme al suo produttore Andry The Hitmaker, ha iniziato a rilasciare con una buona costanza prodotti musicali di notevole spessore ottenendo molto successo tra gli amanti e gli ascoltatori del genere hip hop/trap. 
Nel 2019, il talento classe '95 ha pubblicato diversi singoli senza mai parlare di un ipotetico album che, invece, dovrebbe arrivare nel 2020 dal titolo già annunciato "Mula EP", tra l'altro Mula è il cognome di Giaime.
Per questo primo singolo estratto dall'EP, Giaime ha deciso di farci ascoltare un'ottima collaborazione con Pyrex che è un fondatore e componente del famoso collettivo romano Dark Polo Gang che nel 2016 aveva proiettato tutti i riflettori su di sé e che ora risulta un po' in ombra. Anche se i giovani rapper romani hanno annunciato una nuova canzone con l'ormai ex componente SideBaby, di cui ho parlato meglio in PsycoSide, ricreando il vecchio hype che aveva portato la DPG nelle tendenze musicali degli anni precedenti e dando ai fan la speranza di una futura reunion.

Copertina di "NIENTE", il nuovo singolo di Giaime feat. Pyrex.
Copertina di "NIENTE", il nuovo singolo di Giaime feat. Pyrex.

"NIENTE" è il nuovo singolo di Giaime in collaborazione con Pyrex e prodotto dall'abile e talentuoso Andry The Hitmaker che è stato uno dei producer che si è più distinto nel 2019 per le sue basi.
La traccia inizia con un primo ritornello di Giaime in cui rappresenta i litigi con la propria ragazza che sfociano in urla che sente anche il vicino di casa. 
La prima strofa di Giaime ripresenta nuovamente questi litigi e le reazioni diverse dei due, il rapper si arrabbia e va via di casa mentre lei rimane zitta e sola aspettando che ritorni per fare pace. 
Il secondo ritornello è cantato da Pyrex con Giaime che canta le doppie, nella seconda strofa Pyrex presenta la sua freddezza nei confronti dell'amore e manifesta i suoi tre più grandi desideri: soldi, auto e gioielli. La canzone si chiude con un terzo ritornello cantato da Giaime assieme a Pyrex che lo accompagna eseguendo le doppie.
In questa traccia possiamo apprezzare la freschezza, la musicalità e la complessità della base di Andry The Hitmaker che si rifà alla canzone "Some Cut" di Trillville feat. Cutty.

E' stato realizzato un video per "NIENTE" in cui si vede Giaime seduto su degli pneumatici mentre carica e impugna una pistola, si tratta di un video semplice in cui non compare neanche Pyrex, probabilmente l'intento del rapper era quello di pubblicizzare l'uscita di "Mula EP" e la data del Live al Gate di Milano l'8 Aprile annunciati a inizio e fine del filmato.
Domani dovrebbe uscire il video ufficiale della canzone alle 14:00 su Youtube.

                       

venerdì 10 gennaio 2020

"Vestiti D'Odio" è il nuovo singolo di Tredici Pietro in collaborazione con PSICOLOGI.

Ieri, 9 Gennaio 2020, è stato rilasciato il nuovo singolo di Tredici Pietro in collaborazione con PSICOLOGI disponibile su Spotify e Apple Music.

Tredici Pietro è un rapper delle zone di Bologna che dietro al suo nome d'arte nasconde un'eredità artistica importante a livello mondiale, infatti è il figlio di uno cantanti più influenti della musica italiana: Gianni Morandi
Tredici Pietro ha deciso di seguire le orme del padre dedicandosi alla carriera musicale raccontando con uno stile moderno e innovativo ciò che ha vissuto e ciò che sente. 
Chi lo conosceva già si ricorderà di quando, ancora sconosciuto alla scena hip hop, in un video col padre aveva speso parole di apprezzamento verso la nuova tendenza rap/trap portata, ad esempio, da IZI e Tedua. Perciò questo sottolinea il diverso approccio alla musica rispetto a Gianni Morandi motivato anche dalle differenti tendenze musicali di due periodi ben diversi tra loro.
Tredici Pietro ha iniziato a farsi conoscere già dal primo singolo pubblicato nel 2018 e intitolato "Pizza e Fichi" con cui aveva riscosso un discreto successo a livello nazionale. Ora la carriera artistica di Pietro è ben delineata, ha già pubblicato il suo primo album e ha mostrato le proprie qualità scrollandosi di dosso il peso di un cognome molto importante e conosciuto in Italia.

Copertina di "Vestiti D'Odio", il nuovo singolo di Tredici Pietro e PSICOLOGI.
Copertina di "Vestiti D'Odio", il nuovo singolo di Tredici Pietro e PSICOLOGI.

Tredici Pietro ha annunciato l'uscita di questo nuovo singolo solo il giorno precedente spendendo belle parole per PSICOLOGI che ha definito dei fratelli sottolineando l'amicizia genuina tra i tre artisti; lo ha chiamato un nuovo inizio in quanto è la sua prima traccia del 2020 e la prima collaborazione con PSICOLOGI facendo intuire che probabilmente non sarà nemmeno l'ultima.

Se non conoscete PSICOLOGI potete leggere l'articolo riguardante PsycoSide in cui ho raccontato in breve la genesi e le caratteristiche di questo duo.

"Vestiti D'Odio" è la prima collaborazione tra Tredici Pietro e PSICOLOGI prodotta da Mr. Monkey. Si tratta di una canzone malinconica in cui i tre rapper ricordano una vecchia relazione che è svanita, ma che ha lasciato delle ferite profonde e il cuore spezzato.
La traccia inizia con la strofa di Drast che ripercorre momenti passati in cui viaggiava con la sua vecchia fiamma rievocando le immagini di quei bei periodi in cui era felice.
Il ritornello, invece, è realizzato da Tredici Pietro che racconta la rottura del rapporto e dal sentimento di odio che è nato da questo allontanamento.
La strofa di Lil Kaneki presenta le conseguenze di questa rottura, il sentimento di sconsolazione e nostalgia verso quei momenti che non torneranno più. 


giovedì 2 gennaio 2020

"PsycoSide" è l'EP nato tra la collaborazione di Side e PSICOLOGI.

"PsycoSide" è il frutto della collaborazione di Side Baby con PSICOLOGI che uniscono le loro voci sulle produzioni di MACE e Night Skinny.

"PsycoSide" è un EP formato da appena due tracce: "Non Mi Fido" e "Guidando Forte" che suonano come un esperimento musicale da parte dei tre artisti magari in previsione di progetti più importanti da realizzare insieme. "PsycoSide" è uscito il 12 Dicembre 2019 su Spotify e Apple Music per Universal Music Italia ed ha subito colpito gli ascoltatori soprattutto per la maturità artistica dimostrata dai tre rapper. 

Cover di "PsycoSide", l'EP in collaborazione tra Side Baby e PSICOLOGI.
Cover di "PsycoSide", l'EP in collaborazione tra Side Baby e PSICOLOGI.

Side, dopo l'uscita dalla Dark Polo Gang, ha avviato una carriera da solista in cui tenta di raccontarsi nei suoi problemi e nelle sue debolezze abbandonando lo stile superficiale che ha contraddistinto i progetti musicale del quartetto romano di cui faceva parte.

psycoside side baby ep

PSICOLOGI, invece, è un duo formato da Drast e Lil Kaneki che si è affermato in questo 2019 per la sua attitudine e il suo stile emo che sta ottenendo molto successo nel mondo musicale internazionale.
La collaborazione è, perciò, molto naturale; i tre artisti condividono un mood triste e depresso nelle loro canzoni garantendo un'affinità musicale molto evidente.


La prima traccia dell'EP intitolata "Non Mi Fido" è stata prodotta da MACE, uno dei produttori più importanti del 2019. 
Drast realizza il ritornello in cui esprime la sua sfiducia verso gli altri in quanto nessuno mai ha creduto in lui in passato e quindi ora non è in grado di fidarsi di chi gli sta vicino perché l'amore conta meno dei contanti.
Side, nella sua strofa, fa dei riferimenti a Roma riprendendo in parte delle rime di Guè Pequeno, cita il romanzo "Educazione Siberiana" di Nicolai Lilin e il rapper Tupac per descrivere il concetto di codice di strada della vita criminale.
Lil Kaneki parla del quartiere romano di San Lorenzo, del padre e degli amici in carcere e del resto del suo gruppo con cui passa le giornate.

La seconda traccia dell'Ep intitolata "Guidando Forte" è stata prodotta da Night Skinny, produttore di assoluto livello ed esperienza protagonista del 2019 con l'album "Mattoni" di cui ho parlato qui.
"Guidando Forte" ha un mood molto più depresso e paranoico, Side canta un ritornello a tratti disperato in cui manifesta la sua depressione che si concretizza con azioni pericolose come guidare a velocità elevata rischiando la vita. 
Nella strofa Side ammette che ognuno ha il proprio mostro che, nel suo caso, è la depressione causata probabilmente dall'abuso di droghe, inoltre invita chiunque a non nasconderlo, a parlarne con gli altri in modo tale da poterlo battere proprio come sta facendo il rapper romano attraverso la musica.
Drast esprime il desiderio di poter vivere una vita felice passata coi suoi amici in Piazza Bellini, una delle piazze più importanti della movida di Napoli.
Anche Lil Kaneki ammette di avere un diavolo nel cervello e di ritrovarsi molte volte solo nel letto a bere e a fare uso di droghe per dimenticare per un attimo i problemi.

venerdì 27 dicembre 2019

"Non Scherzare" è il nuovo singolo di Paky disponibile su Spotify.

Paky ha rilasciato un nuovo singolo intitolato "Non Scherzare", disponibile su tutte le piattaforme di streaming musicale.

"Non Scherzare" è un brano introspettivo e personale in cui Paky racconta il suo passato, il suo presente e gli stati d'animo tormentati di un ragazzo di strada. Il giovane rapper di Rozzano è diventato un idolo nel suo quartiere perché riesce a descrivere con le sue rime la durezza e la crudezza della vita nelle periferie delle grandi città.

Copertina di "Non Scherzare" di Paky disponibile su Spotify e Apple Music.
Copertina di "Non Scherzare" di Paky disponibile su Spotify e Apple Music.

Il nuovo singolo dell'artista milanese è sprovvisto di ritornello, infatti il pezzo è composto da tre strofe ad evidenziare l'obiettivo comunicativo e impegnato di questo progetto che non punta ad essere un tormentone, ma una canzone significativa e profonda nei contenuti.
In questa traccia Paky sputa fuori i suoi sentimenti e suoi stati d'animo senza filtri, racconta la sua infanzia problematica in cui molte volte è rimasto solo, parla delle persone care che gli mancano citando anche Zio Manu che è un 34enne che ha ucciso il suocero per difendere la figlia dalle sue molestie.
Nella seconda strofa Paky rappa i concetti di rispetto e di comunione con i suoi compagni che sono le fondamenta dell'ambiente criminale del ghetto e delle periferie. Poi parla della sorella a cui cerca di fare da padre anche se pensa di non essere in grado, tutto questo perché il vero papà è assente.
Nella terza strofa il rapper di Rozzano fa chiari riferimenti al suicidio, in particolare si rappresenta impiccato al soffitto. Infatti il nome Paky deriva da "Pakartas" che in lituano significa "impiccato", questo termine rappresenta la condizione dei ragazzi di strada che si sentono soffocare come se venissero impiccati.

Il videoclip ufficiale realizzato per "Non Scherzare" presenta un'atmosfera cupa dovuta al video in bianco e nero e alla pioggia che fa da sfondo a molte scene. Per qualche secondo vediamo una bambina che, probabilmente, è la sorella di Paky di cui parla nella canzone. Inoltre, la scena in cui è ripreso il rapper appeso a testa in giù è un chiaro riferimento al concetto di "impiccato" di cui ho parlato precedentemente.